A1 F - Schio non si fa sorprendere da Lucca

29.01.2018 00:33 di Redazione Pianetabasket.com  articolo letto 132 volte
Fonte: Vicenza Report
A1 F - Schio non si fa sorprendere da Lucca

Non è certo la migliore partita della stagione quella che il Famila Wuber Schio ha giocato, e vinto, con il risultato di 71-57, al PalaRomare, contro le campionesse d’Italia della Gesam Gas Lucca, davanti alle telecamere di Sportitalia. E pazienza se nella settima giornata di ritorno, il pubblico non ha potuto apprezzare il bel gioco che le ragazze di coach Vincent hanno invece espresso in diverse altre occasioni: ciò che contava davvero, alla fine, erano i due punti della vittoria. Risultato raggiunto, per le arancioni, che ora possono concentrarsi sul prossimo impegno: la sfida di mercoledì, in Spagna, contro Avenida, che deciderà il futuro del Beretta in Europa.

Dopo due minuti di ambientamento, nei quali si vedono solo due canestri (Udodenko e Dotto, 2-2), i due quintetti cominciano a macinare gioco. Miyem risponde a Drammeh e la tripla di Anderson viene neutralizzata dalla conclusione di Striulli, 7-7. Sul +2 di Lucca, 9-11, arriva il primo strappo del Famila, che ribalta il risultato con cinque punti della coppia francese Yacoubou – Miyem, 14-11. A Nicolodi e Brunetti mancano centimetri e chili per riuscire a contenere Yacoubou, che sotto canestro agisce indisturbata (alla fine saranno 29 i punti realizzati dal centro arancione) e permette alle scledensi di andare al primo mini riposto a +6, 20-14.

Nel secondo periodo il Basket Le Mura si riavvicina, 22-19, ma la maggiore organizzazione in campo del Famila si traduce nel +11 del terzo minuto, 30-19. Sul 37-27 il Famila, imbrigliato dalla difesa a zona della Gesam, sciupa due azioni, che le avversarie puniscono con due conclusioni vincenti, 37-31. A ripristinare le distanze ci pensa il piazzato di Zandalasini, che chiude la frazione sul +8, 39-31.

Lo scambio di cortesie tra Battisodo e Macchi fa avanzare il risultato, lasciando però inalterata la distanza tra i due team, 41-33. Le arancioni provano ad allargare la forbice, 52-39, ma quando sembrano aver trovato il giusto ritmo, le biancorosse riescono a ricucire, affidandosi più ad azioni individuali, di Drammeh o Roberts, che ad un gioco corale, 52-43. Al trentesimo il Famila conduce per 57-46.

Gli 11 punti di vantaggio con i quali Schio si presenta all’ultimo quarto sono un buon margine, ma è un divario che può essere facilmente annullato. Lucca, però, non sembra in grado di uno sforzo di tale portata. Dopo il centro di Roberts, 57-49, il Famila pigia sull’acceleratore e colpisce con Anderson, Miyem e Gatti, e si porta a +16, 65-49. Un break che fiacca il morale delle ospiti e per la Gesam diventa davvero difficile recuperare. A fatica, infatti, le toscane rosicchiano qualche punto, ma non vanno oltre il -12 (65-53, 67-55 e 69-57). Intanto il tempo scorre e le arancioni possono inserire la modalità “risparmio energetico”, amministrare il loro tesoretto, che al fischio finale ammonta a 14 punti, 71-57.

Schio: Yacoubou 29, Gatti 7, Miyem 11, Tagliamento, Anderson 7, Masciadri, Zandalasini 6, Ngo Ndjock, Dotto 7, Macchi 4

Lucca: Melchiori 5, Battisodo 5, Striulli 3, Tognalini 3, Drammeh 21, Roberts 8, Crippa 8, Brunetti, Udodenko 2, Nicolodi 2

 

Ilaria Martini