A1 F - La Ragusa di Lino Lardo si aggiudica il big-match con la Virtus Bologna

A1 F - La Ragusa di Lino Lardo si aggiudica il big-match con la Virtus Bologna

Seconda vittoria consecutiva ed esordio casalingo vincente per coach Lino Lardo contro un'avversaria di tutto rispetto come la Virtus Bologna. E' una squadra che gioca con la testa libera, che corre e che diverte per lunghi tratti quella vista oggi pomeriggio al Palaminardi di Ragusa, ed è una squadra che fa spellare le mani a coloro che nonostante l'orario non consono hanno incitato la propria squadra dal primo all'ultimo minuto. Perché c'è stato bisogno anche del tifo continuo per tutti i 40 minuti di una partita che è stata sempre in equilibrio anche quando Ragusa aveva provato a scappare sul +11 ma è stata puntualmente ripresa dalla squadra di coach Ticchi. Nel finale la maggiore lucidità delle ragusane però ha pagato maggiormente così come le prestazioni monstre di Kristine Anigwe e di Nicole Romeo, autrici rispettivamente di 24 e 20 punti, oltre alla precisione dalla lunetta che ha consentito alle ragusane di tenere sempre il doppio possesso. Finisce 76-72 e prima vittoria casalinga di una stagione che era iniziata così così e che ora Ragusa spera di cambiare.

"Un ambiente stupendo – commenta coach Lardo - anche se al palazzetto si vedevano molti posti vuoti, ma dobbiamo ringraziare chi è venuto, speriamo a poco a poco di riempirlo. Per il resto è stata una settimana particolare, nella quale abbiamo dovuto riassemblare la squadra dopo la nazionale, a loro mancavano due pedine importanti ma già così sono una squadra di tutto rispetto. Nel prepartita avevo detto alle ragazze che era difficile che a avremmo potuto giocare una bella pallacanestro e invece per molti tratti abbiamo anche giocato bene in attacco, ci vuole anche cuore e queste ragazze lo hanno avuto e lo hanno avuto anche quando loro erano sopra di quattro. Credo che questa squadra abbia un'anima ed è da qui che dobbiamo ripartire, le ragazze stesse stanno sforzandosi di creare una squadra sin da quando sono arrivato e devo dire anche grazie alle ragazze del settore giovanile che ci aiutano. Andiamo avanti passo dopo passo, non possiamo fare tanti voli, ma a vedere l'ambiente, a vedere le ragazze, diciamo che ci sono tutti i presupposti per fare bene e questa vittoria la dedico a tutti coloro che oggi ho visto anche commossi e anche io mi sono emozionato".