Rimonta mozzafiato del Rytas, la Mindaugas Taure lascia Kaunas

Zalgiris sconfitto da un gran finale degli acerrimi rivali, determinante Stipcevic
17.02.2019 18:53 di Lorenzo Belli   Vedi letture
Rimonta mozzafiato del Rytas, la Mindaugas Taure lascia Kaunas

La palla a due della finale di Mindaugas Taure viene alzata da uno dei principali fischietti europei, l'italiano Luigi Lamonica che in terra natia non può arbitrare per raggiunti limiti d'età ed invece in quella che è un po' la culla del basket in Europa può (giustamente) farlo. Polveri bagnate in avvio alla Siemens Arena, i ragazzi di Adomaitis mettono il freno ai verdi di Kaunas con Kramer e il gigante Parakhouski che manda in profonda crisi Davies ed al 10' è 13-10 per i padroni di casa.

Cambia l'inerzia nella seconda frazione: Grigonis e Jankunas mandano in visibilio i tifosi dello Zalgiris che mette la freccia e sorpassa, sotto canestro è prezioso l'apporto di White a rimbalzo mentre per il Rytas le poche rotazioni vedono scemare l'intensità difensiva e rientra negli spogliatoi con un ritardo di 5 lunghezze (30-35). I migliori delle squadre sono gli stessi delle semifinali: Kramer (10 punti) e Grigonis (8)

Prova a mostrare i muscoli lo Zalgiris al ritorno sul parquet ma è l'indomito Butkevicius ha guadagnarsi un antisportivo e tenere a galla i rosso-neri; mentre Davies viene richiamato nuovamente in panchina da Jasikevicius il suo "compare" White è la spina nel fianco del Rytas e al 30' la compagine di Kaunas è sempre avanti (43-51)

Kramer dopo l'ottimo avvio si è perso nelle pieghe della gara e tocca a Stipcevic guidare le speranze dei padroni di casa ma l'asse Grigonis - Jankunas è letale e solo grazie al dominio sotto le plance di Parakhouski la finale non ha i titoli di coda anticipati (50-59 -6'). Quando sembra tutto dire Zalgiris ecco ergersi protagonista assoluto Stipcevic: due suoi conclusioni dai 6,75 fanno tremare la Siemens Arena, è -1 (61-62 -2'38") con un indemoniato - as usual - Jasikevicius che chiama minuto di sospensione;  al ritorno sul parquet è infrazione di 24" e poi Kramer confeziona l'assist per Seeley, sorpasso Rytas.

Lo Zalgiris è in totale confusione e White commette fallo in attacco, Bendzius dai 6,75 per il 16-3 che sembra dare la Taure al Rytas (66-62 -43"). Milaknis non è d'accordo e ne mette subito tre, Stipcevic si vede negato il tiro per uccidere la gara ma trova il nuovo +3 (68.65 -13") poi Parakhouski combina il disastro: fallo su tiro dai 6,75 di Westermann, il francese segna i primi due ma fallisce il terzo e Kramer cattura il rimbalzo e la coppa è del Rytas Vilnius che vince 70-67 con una favolosa rimonta neglil ultimi 6' di gioco

Tra gli sconfitti brilla Grigonis (15 punti) mentre la prestazione di Davies è un disastro (2 con 1/8 dal campo). Kramer (16 e 6 rimbalzi) il top scorer dei neo campioni ma l'uomo della svolta è chiaramente Rok Stipcevic (13 e 3 assist, dominante nel finale); doppia doppia per Parakhouski (14 e 11 rimbalzi) ma il fallo su Westermann rischiava di essere fatale