Basketball Champions League - La Virtus Bologna ritorna a vincere a fatica contro Olimpia Lubiana in coppa

09.01.2019 22:21 di Davide Trebbi Twitter:   articolo letto 458 volte
Basketball Champions League - La Virtus Bologna ritorna a vincere a fatica contro Olimpia Lubiana in coppa

Si fermano a due la striscia di sconfitte consecutive per la Segafredo, tornando alla vittoria 87 a 84 soffrendo per tutto il match e rincorrendo contro la KK Petrol Olimpia che allunga a 5 le sconfitte consecutive e sempre ultimo posto nel girone D, a differenza della Virtus che scende al secondo posto. 

 

Inizio pigro per la Virtus che soprattutto in difesa concede moltissimo, Olimpija ne approfitta e in attacco tra tanti errori al tiro dei padroni di casa e facili ricezioni per i canestri di Begic dopo 4 minuti conduce di 11 lunghezze (5-16); il quintetto bianconero viene sostituito tranne Aradori e in difesa e soprattutto a rimbalzo la Segafredo con un 6-0 di parziale prova a riavvicinarsi(11-18 al 9‘), ma Span e i liberi di Lapornik riportano lontano gli ospiti e dopo il canestro di un ottimo Baldi Rossi (6 punti nel primo quarto) la prima frazione si ferma sul punteggio di 13-23 Lubiana.

 

Rientrati in campo nonostante il canestro di Kravic, alla Segafredo continuano i problemi difensivi e Lubiana tiene la doppia cifra e con la tripla di Badzim allunga addirittura il vantaggio (22-35 al 14‘); Martin dopo un po’ di difficoltà in difesa con due giocate di forza riporta entusiasmo e dopo 2 minuti si riporta subito sotto di 2 punti con un 12-0 di parziale con Punter, lo stesso numero 1 protagonisti e con la tripla finale di Cournooh (34-36 al 16’) ma appena si siede in panchina, Lubiana risponde con la specialità di Begic il ganciocielo e dopo il canestro di Samanic è di nuovo sopra di due possessi (34-39); Aradori risponde con la tripla ma è frettolosa, così un altro gancione di Begic chiude il primo tempo sopra di 4 punti per gli ospiti (37-41).    

 

Nella ripresa dopo il solito canestro di Begic c’è la solita reazione della V con un 6-0 pareggiando finalmente la partita al 23’, la partita così diventa spigolosa e veloce la Segafredo si innervosisce si fa fischiare un fallo antisportivo su Samon riportando nuovamente a rincorrere dopo la tripla di Lapornik al 24’ (43-48) ma con Kravic e Taylor si porta avanti al ‘ (55-54) ma Span con due triple non ci sta e dopo i canestri di Taylor e Cournooh, è nuovamente un canestro stavolta di Tratnik a far finire il quarto in svantaggio per la Virtus 61-63 al trentesimo. 

 

Ultimo quarto Span continua a dar del filo da torcere ai padroni di casa ma M’baye prova a risponde su colpo, ci prova anche Badzim e Rebec e la partita si abbassa di ritmo anche per la stanchezza del terzo quarto, ma Aradori non ci sta e così come la tanto agognata tripla di Baldi Rossi riportano in vantaggio la Virtus al ‘ (80-79), Lubiana subisce il colpo e dopo la stoppata di Kravic e la schiacciata nel centro area di M’baye sembra chiusa, ma Begic in attacco continua a generare qualche grattacapo ma la tripla di Aradori contro la zona 2-3 avversaria è quasi decisiva; Span ha il tiro per avvicinarsi e Lapornik da fuori si riavvicina pericolosamente a -1 a 11 secondi dalla fine, Taylor portato in lunetta fa 1/2 ma M’baye sul possesso successivo recupera palla e Aradori con un libero sigilla la partita sul 87 a 84.