EuroLeague - L'Olimpia ha i suoi gemelli dell'area: Gudaitis+Tarczewski

06.02.2018 17:19 di Redazione Pianetabasket.com  articolo letto 367 volte
EuroLeague - L'Olimpia ha i suoi gemelli dell'area: Gudaitis+Tarczewski

Arturas Gudaitis non è un debuttante in EuroLeague perché aveva già speso una stagione allo Zalgiris ma era molto giovane e il suo vero battesimo internazionale è stato l’Eurocup. Ma la sua stagione in EuroLeague è comunque di alto profilo al punto che può essere considerato un candidato ai quintetti All-EuroLeague di fine stagione. Kaleb Tarczewski invece è un rookie autentico e le sue cifre sono eccellenti soprattutto per un giocatore sempre partito in quintetto e che quindi ha cominciato ogni gara accoppiato allo starter avversario.

Solo Keith Langford tra i rappresentanti Olimpia nel 2014 fu incluso nel primo quinteto All-EuroLeague. I due quintetti ideali sono scelti dai media e dai fans ma non tengono conto, dalla stagione 2011/12 della posizione. Tuttavia c’è sempre stato un centro nel primo quintetto All-Euroleague: Nenad Krstic, Ante Tomic (due volte), Boban Marijanovic, Ioannis Bourousis e l’anno passato Ekpe Udoh. Nel secondo quintetto hanno fatto parte Mike Batiste, Stephane Lasme, Ante Tomic, Ekpe Udoh e negli ultimi due anni addirittura due centri, Ekpe Udoh e Gustavo Ayon nel 2016, Bryant Dunston e ancora Ayon nel 2017.

Per inquadrare la stagione di Arturas Gudaitis basta osservare che:

La sua valutazione media (15.00) è la quarta tra tutti i centri di EuroLeague (primo Jan Vesely del Fenerbahce con 16.85 ma è la seconda per minuto giocato (29.74 ogni 40 minuti), inferiore solo a quella di Vlado Stimac dell’Efes (29.81). Come comparazione: Vesely ha 23.47 ogni 40 minuti in campo.

E’ uno dei cinque centri che viaggino in doppia cifra media nei punti. Il migliore è ancora Vesely con 13.2 punti di media, poi c’è Kevin Seraphin del Barcellona con 12.3. Gli altri sono lui, Tibor Pleiss (Valencia) e Bryant Dunston (Efes). Occorre specificare qui che Dunston gioca anche da ala forte accanto a Stimac.

Gudaitis è primo nel tiro da due con il 75.28%. L’unico oltre il 70% degli altri? Kaleb Tarczewski! Altri cinque centri sono oltre il 60% da due. Gudaitis esegue 4.45 tiri da due per gara (Tarczewski 3.48), poco più della metà rispetto a quelli di Vesely (8.55) e Seraphin (8.33) ma questi due sono entrambi sotto il 60% di realizzazione. Oltre i sei tiri di media ci sono Pleiss (7.10) ma sotto il 60%, poi Alex Tyus, James Augustine e Bryant Dunston che sono tutti attorno ai sei tiri e realizzaone tra il 60.74% di Tyus e il 66.67% di Augustine.

Gudaitis è il quinto centro dalla lunetta con il 69.61% (Tarczewski è terzo con il 76.3%). Il migliore è Brandon Davies dello Zalgiris con l’86.05% e precede Pleiss. Ma è ampiamente il centro che va più spesso in lunetta, 5.10 volte per gara (secondo è Vesely). Jamel McLean sarebbe primo per falli subiti per minuto giocato.

Per inquadrare quella di Kaleb Tarczewski:

Kaleb è il sesto rimbalzista di EuroLeague, oltre i sei di media (Gudaitis è settimo con 5.95). Stimac è il miglior rimbalzista, Dunston è il miglior stoppatore, Vesely il miglior realizzatore, Pleiss quello che appare in più classifiche (5.76 rimbalzi, terzo nelle stoppate), Tavares del Real Madrid ha cominciato la stagione tardi ma sta salendo di colpi (primo per stoppate al minuto, ha il 68.49% dal campo).

E’ il secondo tiratore tra i centri dopo Gudaitis, terzo dalla lunetta con il 76.03%, sesto rimbalzista, sesto stoppatore, quinto per liberi procurati. Solo come non realizzatore puro resta dietro qualcuno degli avversari ma globalmente anche lui è al top.