FIBA Europe Cup - Dinamo Sassari,Pozzecco e Devecchi commentano la storica vittoria: è finale!

18.04.2019 00:04 di Redazione Pianetabasket.com   Vedi letture
FIBA Europe Cup - Dinamo Sassari,Pozzecco e Devecchi commentano la storica vittoria: è finale!

Sala stampa al Palaserradimigni per coach Pzzecco e capitan Devecchi, pronti a commentare la vittoria sull'Holon che vale la finale di FIBA Europe Cup.

Il coach della Dinamo Gian Marco Pozzecco: “Voglio ringraziare tutti per questo grandissimo successo che condividiamo con tutti i nostri tifosi e con tutta la Sardegna. Devo ringraziare uno per uno i miei giocatori, stanno facendo qualcosa di straordinario. Raggiungere la finale non era semplice, raggiungerla in questo modo schiacciate e ciò significa che stanno dando davvero qualcosa di straordinario, tutti. La cosa fantastica è che siamo qui, in un posto così piccolo ma così fantastico come la Sardegna, a commentare la conquista di una finale di Coppa europea. In questo momento dobbiamo tutti essere orgogliosi di quello che questi ragazzi ci stanno regalando. Dietro tutto questo c’è tanto lavoro, cerchiamo anche di divertirci e alleggerirci la testa ma quello che sta accadendo  non è un caso, è il frutto di grandissimo impegno da parte di tutti”.

Il capitano biancoblu Jack Devecchi: “Siamo felicissimi di questa vittoria e di questa finale di Coppa europea che è la prima nella storia del nostro Club.  Siamo felici di come abbiamo condotto la gara e di essere sempre più una squadra. Stasera lo siamo stati, abbiamo sempre trovato l’uomo giusto al momento giusto, passandoci sempre bene la palla e trovando sempre soluzioni sia da dentro l’area sia da fuori e questo secondo me è il segreto che ci sta sospingendo in questo momento. Voglio complimentarmi sia con il coach sia con i miei compagni di squadra, stiamo lavorando molto bene, stiamo giocando una buona pallacanestro, spensierata, e questo ci aiuta sicuramente in partite come queste per arrivare a mente libera. Quello di stasera è un risultato importante che sicuramente non mi aspettavo di raggiungere 13 anni fa quando sono arrivato. Sono orgoglioso e fiero dei risultati e della mia squadra".