EuroCup Women - Venezia perde l'imbattibilità, ma passa il turno vs Kosice

31.01.2018 23:34 di Redazione Pianetabasket.com  articolo letto 186 volte
Fonte: Ufficio Stampa Reyer Venezia
EuroCup Women - Venezia perde l'imbattibilità, ma passa il turno vs Kosice

L’Umana Reyer si conferma squadra dalla tempra “inossidabile” e, forte anche del risultato della gara disputata in Slovacchia, chiusa con un eloquente +21, pur conoscendo la sua prima sconfitta nel torneo continentale, si aggiudica il passaggio ai Quarti di Finale nonostante la defezione di Riquna Williams, rientrata precipitosamente negli States a causa di un lutto familiare.
Coach Liberalotto inizia il match affidandosi a Carangelo, De Pretto, Ruzickova, Dotto e Walker. Il primo canestro porta la firma di Jurcenkova alla quale replica immediatamente Ruzickova. Ancora Jurcenkova, molto intraprendente in questo avvio, a bersaglio per tre volte consecutive e mini-break per le ospiti (2-8). La vicecapitana orogranata si fa perdonare le difficoltà difensive contro la diretta avversaria con una tripla ma Peters e Palenikova fanno “volare” i propri colori sul 13-5 a -5,57.
Le Good Angels sono galvanizzate dal vantaggio e gettano ogni energia sul parquet. Primi cambi per le lagunari con Bestagno e Kacerik che fanno il loro ingresso sul parquet mentre Walker si esibisce in un movimento da manuale sotto canestro insaccando il -5.
Dotto dalla lunetta si iscrive a referto avvicinando le compagne, poi la rovesciata di Bestagno vale il 12 a 14. I 196 centimetri di Sarauskaite si fanno sentire sotto i cristalli e Morris vanifica la rimonta veneziana. Bestagno infila un prezioso 2/2 dalla “linea della carità” per il nuovo -4. Sul suono del primo buzzer Stehlikova trova la tripla che chiude il primo quarto sul 15 a 21.
Il secondo periodo inizia bene per le veneziane con la stoppata di Bestagno e il canestro di Sandri. Un’infrazione di 24″ impedisce all’Umana di ridurre ancor più il divario ma Sandri è determinatissima anche se precisa a metà dalla lunetta. Bestagno si fa valere a rimbalzo ma ancora una volta il cronometro castiga le padrone di casa che non riescono a concludere. Jurcenkova non perdona da sotto misura e con Deptova porta a +7 il vantaggio slovacco costringendo il tecnico di casa a un pronto time out.
L’Umana lotta coraggiosamente sotto le plance e Walker sigla il 20 a 25 di metà quarto. La lunga distanza “premia” Darxia Morris alla quale risponde Walker. Jurcenkova continua ad “imperversare” sotto il ferro veneziano anche se la tripla di Kacerik limita i danni. Morris e De Pretto ingaggiano una sfida dai 6,75 che ferma il punteggio sul 28 a 33. Qualche occasione fallita su entrambi i fronti, poi Stehlikova conferma di avere ottima mira da oltre l’arco. Walker è un efficace terminale offensivo e riesce a contenere il divario. Il primo fallo di Carangelo consente un nuovo allungo al Kosice mentre il tentativo di Bestagno viene vanificato dai tentacoli di Sarauskaite. Le formazioni rientrano così negli spogliatoi per l’intervallo lungo sul 30 a 38.
Il tiro “morbido” dalla media di Ruzickova caratterizza il rientro dagli spogliatoi anche se Balintova piazza una tripla mortifera. Dotto mantiene a stretto contatto l’Umana ma, nuovamente Balintova, ristabilisce il -8 (34-42 a -8,10). Morris per il massimo vantaggio delle gialloblu, poi ancora la guardia slovacca di passaporto USA porta le Good Angels sul 34 a 45. Le orogranata stringono i denti e l’ottima intesa tra Walker e Ruzickova produce ottimi risultati. Morris è in trance agonistica e la sua “bomba” vale il 36 a 48. Il gap aumenta con l’1/2 di Jurcenkova ma De Pretto con la sua sospensione ai “piani alti” ridà fiducia alle reyerine. Ruzickova dalla media ricuce e De Pretto con una tripla “terrificante” dall’angolo riporta sotto le veneziane (43-49 a-3,03). Morris è scatenata e mette a segno il suo sedicesimo punto del match. Assist preciso di Dotto per Walker che non delude. Deptova e il suo arresto e tiro ricacciano indietro le lagunari poi Morris si riappropria del vantaggio in doppia cifra perforando dalla lunga la retina.
Gli ultimi 10′ si preannunciano incandescenti e l’espressione corrucciata di Andrea Liberalotto esprime appieno la sua preoccupazione. Micovic “esorcizza” con freddezza i timori delle padrone di casa con una tripla .
Walker strappa letteralmente il pallone dalle mani di Sarauskaite che, nell’azione successiva, ricambia lo “sgarbo” con una stoppata.
Carangelo, fuori equilibrio, mette una tripla “ignorante” mentre Stehlikova alimenta le speranze di coach Jankovic. La gara si inasprisce e non mancano i colpi “proibiti” sotto i vetri del Taliercio. Morris tocca quota 22 punti ma la vicecapitana orogranata ha mano “calda” ai liberi. Jurcenkova ancora una volta in evidenza per il 53 a 63 a poco più di quattro minuti dalla sirena finale. Dotto e Micovic mettono a segno punti fondamentali riportando l’Umana sul -7 (56-43 a-3,12). Dopo l’1/2 di De Pretto a cronometro fermo, il tiro “aperto” di Balintova dai 6,75 frutta il 57 a 66. Carangelo, appena rientrata in campo in sostituzione di Dotto, insacca da oltre l’arco mentre il cronometro scorre lentamente. A 100 secondi dal termine, Kosice gioca le sue ultime carte ma la sua trascinatrice Morris è stranamente poco lucida dalla lunetta (il referto finale riporterà un modesto 4/8). Jurcenkova viene triplicata dalla difesa lagunare e De Pretto capitalizza al meglio la palla recuperata. Morris appone il suo sigillo ad una prova davvero maiuscola ma la qualificazione è oramai saldamente nelle mani dell’Umana Reyer che prosegue meritatamente il suo cammino in Eurocup.

UMANA REYER VENEZIA – GOOD ANGELS KOSICE 63 – 73

(Parziali: 15-21;30-38; 45-56)

Umana Reyer Venezia: Micovic 7, Bestagno 4, Carangelo 6, Kacerik 3, De Pretto 12, Sandri 3, Ruzickova 13, Dotto 5, Togliani n.e., Walker 10

Good Angels Kosice: Zirkova n.e, Balintova 11, Stehlikova 8, Jurcenkova 15, Peters 2, Morris 27, Deptova 5, Theiner, Palenikova 3, Sarauskaite 2

Totali di squadra:
Umana Reyer Venezia: tiri da 2 14/33, tiri da 3 7/21, t.l. 14/21, rimb. dif. 29, rimb. off. 11, p.p. 15, p.r. 2, assist 13
Good Angels Kosice: tiri da 2 17/39, tiri da 3 9/20, t.l. 12/18, rimb. dif. 25, rimb. off. 8, p.p. 7, p.r. 5, assist 16

(s.v.)