EuroCup - Fiat Torino, Banchi vuole una squadra con energia contro il Levallois

12.12.2017 16:35 di Redazione Pianetabasket.com  articolo letto 147 volte
EuroCup - Fiat Torino, Banchi vuole una squadra con energia contro il Levallois

L’atteggiamento con cui la Fiat Torino dovrà scendere in campo domani sera, nella settima giornata di 7Days EuroCup è quello mostrato contro Milano, con in primo piano, dal primo all’ultimo minuto, la giusta energia. Che Parigi si attende il coach gialloblù Luca Banchi?: “Una squadra – sottolinea – che a dispetto dell’attuale classifica sono certo arriverà a Torino con la voglia di ben figurare e di provare a dimostare di valere la manifestazione. Ha una sua dignità e giocatori importanti, a partire dall’ex NBA Diaw e passando per Prepelic. Nell’ultimo periodo il Levallois ha aggiunto al roster il rientrante (da infortunio ) Odom e Leslie. Una squadra dunque da non sottovalutare. Per noi le prossime tre gare di EuroCup saranno come tre finali, in un testa a testa contro Andorra per l’ultimo posto utile nel raggruppamento. Dovremo interpretarle nel modo giusto, con l’atteggiamento e l’energia messi in campo nell’ultima sfida di campionato contro Milano. Un successo che ci ha dato fiducia”.
Tenere alte le motivazioni è il concetto espresso anche dal capitano gialloblù, Peppe Poeta: “Loro arriveranno a Torino senza aver nulla da perdere, quindi con un fare “leggero”. Potrebbe essere la forza in più, ovvero poter giocare senza particolari pressioni e responsabilità. Noi dovremo ripetere il gioco d’insieme espresso domenica contro l’EA7 Armani Milano, consapevoli che questa è una partita chiave in ottica superamento del turno, uno degli obiettivi d’inizio stagione”.
Tornando al coach della Fiat Torino Auxilium, il concetto del superamento della ventilata crisi dopo la vittoria contro Milano, non gli è proprio: “Non parlerei di crisi per una squadra come la nostra quasi completamente nuova. Partire molto bene come abbiamo fatto con 8 vittorie su 9 gare, tra campionato e coppa non può essere una colpa. Inevitabile andare incontro ad alcuni aggiustamenti anche figli del calendario di coppa e del fatto che è cambiata la generale considerazione nei nostri confronti. Non siamo più una sorpresa come successo nelle prime tre partite di EuroCup nelle quali abbiamo colto tre successi per nulla scontati alla vigilia. Ora dobbiamo mantenere quel risicato vantaggio che ancora abbiamo nei confronti delle nostre inseguitrici”.