EuroCup - Dolomiti Energia, al PalaTrento arriva l’imbattuto Lokomotiv

06.02.2018 16:09 di Redazione Pianetabasket.com  articolo letto 154 volte
EuroCup - Dolomiti Energia, al PalaTrento arriva l’imbattuto Lokomotiv

La Dolomiti Energia Trentino (2-3) affronta al PalaTrento il Lokomotiv Kuban Krasnodar (5-0) nel match valido per il Round 6 di Top 16 in 7Days EuroCup (palla a due alle ore 19.00, biglietti disponibili online a questo link): una partita che vedrà contrapposte due formazioni con diverse prospettive nella coppa europea, visto che i russi hanno già ottenuto il primo posto matematico nel gruppo G, mentre i bianconeri complice lo 0-2 negli scontri diretti contro il Buducnost che li precede in classifica hanno abbandonato ogni speranza di qualificazione ai quarti di finale.

In settimana la Dolomiti Energia giocherà di nuovo al PalaTrento per l’importante partita di campionato contro la Red October Cantù nel turno numero 19 di Serie A PosteMobile (palla a due sabato alle 20.30, biglietti disponibili online a questo link).


QUI LOKOMOTIV KUBAN KRASNODAR La squadra allenata da Sasha Obradovic (visto da giocatore in Italia, esterno che con la nazionale serba può vantare un argento olimpico, un oro mondiale e tre ori europei) è l’unica ancora imbattuta in EuroCup nel 2017-18. Dopo aver raggiunto le Final Four di Eurolega nel 2016, la formazione russa è stata capace di arrivare fino alle semifinali di EuroCup dello scorso anno e si è presentata ai blocchi di partenza della nuova stagione con un roster di altissimo livello con l’obiettivo di riprendersi un posto nella massima competizione continentale.

Dopo aver chiuso al primo posto nel girone C di Regular Season (10 vittorie in altrettanti incontri superando Lietuvos Rytas, Alba Berlino, Limoges, Bilbao e Partizan Belgrado), il “Loko” ha saputo vincere anche i primi 5 turni di Top 16 (97-69 il risultato contro Trento nel match di andata a Krasnodar): un filotto che i russi vogliono provare a proseguire proprio al PalaTrento, anche perché il bilancio di questa fase è quello che andrà poi a determinare l’assegnazione del fattore campo nelle semifinali e finali del torneo.

Il roster a disposizione di coach Obradovic del resto ha poco da invidiare anche dai top club europei: Joe Ragland seppur limitato dagli infortuni resta il miglior realizzatore del Loko (12,8 punti e 5,0 assist), un ruolo che nelle Top 16 non ha avuto problemi ad interpretare un giocatore di talento e “pedigree” europeo come l’ala australiana Ryan Broekhoff (20 punti con 5 triple nel match di andata) e da altri due già visti in Italia come Trevor Lacey (10,8 punti di media in EuroCup) e Frank Elegar (quasi 10 punti e 6 rimbalzi a serata, 14+4 all’andata). Mardy Collins (8,7 punti, 4,0 rimbalzi e altrettanti assist) è un elegante esterno tuttofare, il centro Brian Qvale (ex Oldenburg) il più classico dei centri di stazza (7,3 punti e 3,1 rimbalzi). Senza dimenticare, nel profondissimo roster dei russi, giocatori come l’americano Chris Babb (9,0 punti), la guardia russa Dmitry Kulagin (9,9 con 4,5 assist) o il veterano Pavel Antipov, ala da 6,4 punti e 3,0 rimbalzi a partita.