Champions League: Happy Casa super anche in Europa.

22.10.2019 23:55 di Dario Recchia   Vedi letture
Champions League: Happy Casa super anche in Europa.

Una bella ed efficace Happy Casa Brindisi vince la sua prima partita di Champions League FIBA contro il Telekom Baskets Bonn con il punteggio di 76-75. Una partita divertente con un finale poco adatto ai deboli di cuore che premia la squadra di coach Vitucci che non ha mollato sino alla fine ed ha voluto fortemente i due punti in palio di fronte al pubblico del Palapentassuglia. I tedeschi hanno ben figurato con un buon collettivo e buoni schemi di gioco che hanno messo spesso in difficoltà la formazione brindisina. D'altronde i viaggianti erano reduci dalla bella vittoria di coppa della scorsa settimana contro la corazzata Saragozza e Brindisi ha dovuto rinunciare a scopo precauzionale a John Brown dopo una botta rimediata nella partita di domenica contro Pesaro. L’Happy Casa, dopo un iniziale equilibrio, ha provato ad allungare nel punteggio grazie a un ispirato Adrian Banks che già nel primo periodo metteva a referto ben 11 punti (saranno 31 al termine del match). Dopo il 27 -20 del primo parziale la formazione pugliese si schierava con 4 italiani (Zanelli, Campogrande, Gaspardo e Iannuzzi) e Banks. I padroni di casa continuavano a giocare in velocità e sospinti i dal solito Banks  portavano il vantaggio in doppia cifra (36-25) dopo 3 minuti di gioco. Bonn reagiva prontamente e con Di Leo e un ottimo Breunig (top scorer dei suoi con 15 punti) recuperavano tutto lo svantaggio andando all’intervallo sul 43 pari. Dopo la pausa le due squadre facevano fatica a trovare la via del canestro; Stone tirava a salve e Brindisi perdeva ben 6 palle nel periodo. I viaggianti non facevano molto meglio ma riuscivano comunque con Zimmerman nel finale a portarsi avanti di due possessi prima dell’ultima pausa (52-56). Nell’ultima frazione la musica non cambiava: Frazier in contropiede siglava il 52-59 con gli ospiti che sembravano in controllo del match senza però considerare la tenacia e la voglia di non mollare mai dei padroni di casa. Zanelli, con 8 punti consecutivi regalava il nuovo vantaggio alla squadra facendo letteralmente esplodere l’entusiasmo sugli spalti. La schiacciata di Stone del 64-59 faceva cambiare completamente l’inerzia ma i tedeschi non ci stavano e trovavano punti importanti con Bartolo per rimanere attaccati al match. La partita diventava bellissima e molto dura fisicamente ma nessuna delle due compagini ci stava a mollare. Subotic a 60 secondi dalla fine realizzava il punto del 71-73 mentre Martin con 3 punti figli di un libero e di un canestro al limite dei 24 secondi dava nuovamente il vantaggio ai suoi (74-73). Dopo il time out un ottimo schema del Bonn mandava a referto nuovamente Breunig (74-75) con meno di 4 secondi dal termine del match. Nell’ultimo possesso era Tyler Stone, sulla sirena, a regalare con un tap in vincente la vittoria alla sua squadra tra il tripudio festante di tifosi e compagni.

Brindisi si porta a casa una merita vittoria frutto della vena realizzativa di Banks ma delle tante cose buone fatte anche dai suoi compagni. E la classe di Stone nel finale (dopo una partita poco esaltante) sono la testimonianza di come questa squadra sappia sempre trovare le mosse giuste nei momenti importanti.

Happy Casa Brindisi – Telekom Baskets Bonn 76-75 (27-20, 16-23, 9-13, 24-19)

Brindisi: Banks 31, Radosavljevic  5, Zanelli 8, Iannuzzi 3, Gaspardo 0, Campogrande 0, Thompson 8, Cattapan n.e., Stone 13, Ikangi 0. All. Viutcci

Bonn: Saibou 8, Jones 9, Subotic 7, Lischka 7, Frazier 6, Di Leo 6, Breunig 15, Bartolo 13, Binapfl 0, De Oliveira 0, Simons 3, Zimmerman 5. All. Pach

Arbitri: Zurapovic, Vojinovic, Baki

Dario Recchia

Foto Studio Tasco