Trapani trova due punti nella calza del PalaPoli

07.01.2011 11:53 di Matteo Marrello  articolo letto 702 volte
Fonte: Ufficio Stampa Nuova Virtus Basket Molfetta
Ariel Svoboda (foto LNP)
Ariel Svoboda (foto LNP)

Giocarsela punto a punto con una delle squadre più quotate del torneo non è bastato alla Virtus per vincere questa gara e continuare la serie positiva in casa: Trapani specialmente nel finale si è dimostrata la grande squadra quale si sapeva essere, specialmente ora che, con il roster al completo, coach Benedetto è tornato a disporre di tutti gli effettivi, compreso Ariel Svoboda, guardia che nonostante la lunga assenza dai campi, ieri è risultato il migliore dei suoi, con 22 punti e tante giocate decisive.

Coach Paternoster butta nella mischia dal primo minuto il giovane Mastrangelo, confermando poi Maggi in cabina di regia, Rugolo come guardia e il duo Corral – Pozzi sotto le plance; Trapani invece parte con il quintetto tipo, con Cantagalli e Evangelisti sugli esterni, guidati dalla regia di Guarino, mentre nel pitturato agiscono Santarossa e Bisconti.
Gara equilibrata nel primo quarto, con Molfetta che parte subito forte, portandosi sul 4-0 dopo i primi due minuti; la reazione ospite non tarda ad arrivare, con Bisconti ed Evangelisti che firmano il primo allungo della serata. Nel primo quarto fa il suo ingresso in campo Svoboda, che piazza subito la bomba del 9-15 Trapani, con Molfetta che deve affidarsi a Petrazzuoli e Rugolo per ridurre la distanza, chiudendo in svantaggio comunque il quarto di apertura di 5 punti (16-23).
Trapani nel secondo periodo inizia ad imporre il suo gioco: ritmi bassi alla gara, sapientemente manovrata da uno straordinario Guarino, con la Virtus che non riesce ad imporre il proprio gioco in velocità e campo aperto, costretta tante volte a giocare contro la difesa schierata. Il break che coincide con l’allungo trapanese è fissato dalle conclusioni dall’arco di Svoboda, oltre alla concretezza sotto le plance di Santarossa, mentre per la Virtus il solo Pozzi, 11 punti nei primi due quarti, alimenta le speranze dei padroni di casa, che, con la tripla da centrocampo allo scadere di Guarino, vanno a riposo sul punteggio di 32-42.
Paternoster scuote i suoi nello spogliatoio e la reazione dei suoi ragazzi è sicuramente positiva: Rugolo segna 5 punti consecutivi, Maggi entra prepotentemente in partita e segna 3 bombe nel quarto, Pozzi è il solito rapace di palloni e, grazie anche alla difesa, aumentata nell’intensità, il vantaggio di Trapani, guidata da un grande Evangelisti, diminuisce a soli tre punti al termine del quarto (63-60), grazie anche alla prima tripla in maglia Virtus di Salvatore Orlando.
L’ultima frazione è un susseguirsi di emozioni: la Virtus passa anche in vantaggio a due minuti dal termine, coronando una rimonta memorabile, anche se i soliti Svoboda e Evangelisti rimandano al mittente l’allungo virtussino. La gara è vibrante, nell’ultimo minuto Rugolo fa 2/2 dalla lunetta, subito dopo lo emula Svoboda, che porta il vantaggio di Trapani a 4 lunghezze (78-82). Dall’altra parte Corral subisce fallo e fa ½ dalla lunetta, in attacco Trapani perde palla e fornisce l’ultimo tiro a Molfetta che non ne approfitta, non riuscendo finalizzare la conclusione di Rugolo che si infrange contro il tabellone.
Finisce così quindi, con Trapani che vince 84-79, tra il rammarico per i due punti persi, da conquistare assolutamente già domenica contro Patti, in una sfida salvezza da vincere assolutamente.

Centro Auto Ford Molfetta-Basket Trapani 79-84
(16-23; 32-42; 60-63)

Centro Auto Ford Molfetta: Maggi 15 (2/4, 3/4), Petrazzuoli 5 (1/1, 1/2), Rugolo 20 (4/6, 1/6). Corral 5 (2/5, 0/1), Pozzi 17 (8/10, 0/1), Mastrangelo 4 (2/4), Genovese 2 (1/3), Orlando 3 (0/1, 1/1), Mossi 6 (3/3), Maggio 2 (1/3, 0/3). All. Paternoster.

Basket Trapani: Guarino 9 (2/4, 1/4), Cantagalli 2 (1/3, 0/2), Evangelisti 24 (4/6, 4/6), Cappanni 2 (1/3), Tardito, Bisconti 10 (3/4), Svoboda 22 (1/2, 4/8), Santarossa 15 (4/6, 0/1), Mollura ne, Picchianti ne. All. Benedetto.