NBA - I Lakers proiettati sulla free agency 2019 pù che su quella del 2018?

 di Redazione Pianetabasket.com  articolo letto 299 volte
NBA - I Lakers proiettati sulla free agency 2019 pù che su quella del 2018?

I piani dei Lakers e di Magic Johnson sulla free agency 2018 sono scombinati dagli eventi negativi. Tanto da far supporre agli analisti NBA che la loro attenzione sia già focalizzata sulla free agency dell'estate 2019, quando ci saranno disponibili campioni come Kawhi Leonard, Klay Thompson, Jimmy Butler.

Ramona Shelbourne e Adrian Wojnarowski fanno questo ragionamento (qui): DeMarcus Cousins è fermo con il tendine d'Achille e chissà quanto ne avrà; Paul George è sempre più convinto della scelta di stare con Russell Westbrook ai Thunder; LeBron James, senza almeno un'altra superstar al suo fianco, non andrà certamente ai Lakers.

Spostare il focus di una stagione avrà due effetti positivi: uno la crescita di un gruppo di giovani talenti come Brandon Ingram, Lonzo Ball, Kyle Kuzma e Josh Hart che potrebbero attirare supestars a Los angeles, secondo la possibilità di conservare una massa salariale molto importante senza dover cedere prima della deadline due giocatori importanti come Jordan Clarkson (25,9 mln di dollari nei prossimi due anni) e Julius Randle (restricted free agent a luglio). Il momento dei Lakers è incoraggiante, con 10 vittorie nelle ultime 14 partite, di cui dieci senza Ball infortunato e Clarkson e Randle ne sono stati protagonisti di rilievo.