Draft NBA – Quando il #1 Pick non è sempre il migliore

 di Emanuele Grignolio  articolo letto 1856 volte
Fonte: http://www.espn.com/nba/story/_/page/nbarank-19388741/worst-no-1-overall-pick-1976-aba-nba-merger
La #1 Pick Anthony Bennett
La #1 Pick Anthony Bennett

Nella notte tra il 16 ed il 17 di Maggio si è tenuta la NBA Draft Lottery, cioè il sorteggio dell'ordine con il quale le squadre andranno a scegliere nel corso del Draft che si terrà il prossimo 22 Giugno.

Come tutti ben saprete la prima scelta spetterà ai Boston Celtics, seguiti dai Los Angeles Lakers e dai Philadelphia 76ers, capaci di ottenere la terza scelta grazie ad uno scambio precedente con i Sacramento Kings.

Non è però dell'ordine in cui i campioni del futuro verranno scelti che ci interessa parlare, qui vogliamo andare a ricordare le 5 peggiori chiamate al numero 1 nella storia del Draft secondo ESPN.

La famosissima emittente americana ha quindi creato un sondaggio per capire quali sono state le 5 peggiori scelte al numero 1 assoluto nella storia del Draft.

Al numero 5 di questo sondaggio è stato votato Pervis Ellison, chiamato al numero 1 del Draft 1989 dai Sacramento Kings. Ellison fu una stella a Louisville, ma il suo talento non invase mai la NBA. Infatti giocò solamente una stagione con i Kings prima di essere scambiato con Washington. Riuscì anche a far registrare una stagione da 20 punti di media nel 1991/92, ma gli infortuni massacrarono il suo corpo e la sua carriera. In 11 stagioni Ellison segnò 9,5 punti di media e catturò quasi 7 rimbalzi ad allacciata di scarpe.

Proseguiamo al numero 4, dove troviamo il povero Greg Oden, scelto con la prima chiamata assoluta al Draft del 2007 dai Portland Trail Blazers.

Di lui c'è poco da dire, in quanto giocò veramente poco a causa della marea d'infortuni che subì nel corso della sua mini carriera. Scese in campo in appena 105 partite NBA nel corso della sua vita sportiva, chiusa con 8 punti e 6 rimbalzi medi a partita nel corso delle tre stagioni disputate. Ovviamente fu costretto ad annunciare il suo ritiro molto presto, solamente a 28 anni.

Sul gradino più basso del podio troviamo la chiamata numero 1 al Draft del 1998 da parte dei Los Angeles Clippers, Michael Olowokandi.

Pensare che i Clippers lo scelsero al posto di giocatori del calibro di Dirk Nowitzki, Vince Carter o Paul Pierce. Nel corso dei suoi nove anni di carriera fece registrare solamente 8 punti e quasi 7 rimbalzi di media.

Al secondo posto troviamo Kwame Brown, scelto al numero 1 del Draft 2001 dai Washington Wizards.

Brown fu il primo giocatore ad essere scelto con la prima chiamata assoluta direttamente dalla High School, senza passare dalla trafila del college. Giocò solamente quattro stagioni nella Capitale, prima di diventare un girovago della NBA con apparizioni in altre sei formazioni. Nelle sue 12 stagioni Brown segnò 6 punti con 5 rimbalzi di media a partita.

Finalmente siamo così giunti alla peggior scelta con la numero 1 al Draft, che secondo i partecipanti al sondaggio indetto da ESPN è stato... Anthony Bennett.

Scelto al numero 1 del Draft 2013 dai Cleveland Cavaliers e capace di segnare la miseria di 4 punti medi a partita nel corso della sua quadriennale esperienza in NBA. Quest'anno ha giocato 23 partite con i Nets, finendo addirittura nella formazione D-League affiliata. Ora l'ex prima scelta gioca in Turchia con il Fenerbahce.