Champions League - Il primo avversario dell'Orlandina è... l'Orlandina: vince il PAOK

 di Redazione Pianetabasket.com  articolo letto 312 volte
Champions League - Il primo avversario dell'Orlandina è... l'Orlandina: vince il PAOK

Se due indizi fanno una prova, le cadute dopo la vittoria nel preliminare di Champions e questa dopo la prima in campionato indicano che le qualità migliori di questa Sikeliarchivi, cioè gioventù e sfrontatezza, sono anche i suoi limiti. Sbancata Reggio Emilia, l'euforia porta rilassatezza e non basta lo 0-10 con cui il PAOK comincia questa sera al PalaFantozzi - Atsur segna i primi tre punti dopo 270 secondi - per svegliare la squadra, che all'intervallo la vede proprio nera 19-34.

Di Carlo sembra dare la sveglia, negli spogliatoi. L'Orlandina torna in campo con una grinta diversa, una migliore spaziatura difensiva, una scelta di tiri in attacco positiva e fa suo il secondo tempo. Ciò basta a insufflare adrenalina nel suo pubblico che torna a sostenere la squadra. Sotto lo striscione dell'ultimo minuto si va vicino a completare la rimonta; con il 5-0 della tripla di Kulboka e dei tiri liberi di Edwards si materializza 56-60. Il PAOK si prende il timeout, cerca di non sciupare il gran lavoro fatto fino ad allora e con il primo terminale dell'attacco, Jones, si prende il 3/4 dalla lunetta cui manca la replica siciliana. Peccato, occasione d'oro buttata via per demeriti propri.

Finisce 56-63. Boxscore: 15 Kulboka, 12 Wojciechowski, 11 Edwards, 7 Ikovlev, 5 Delas, 3 Atsur e Alibegovic, 2 Ihring per Capo d'Orlando; 17p+11r Jones, 12 Margaritis, 10 Komniaris e Klassen, 4p+10r Krubally per il PAOK che domina a rimbalzo (41-32).