Focus NBL: Jonathan Gibson, l'ex Brindisi ne segna 40 di media

 di Alessandro Palermo  articolo letto 1564 volte
foto newbasketbrindisi.it
foto newbasketbrindisi.it

Dopo avervi parlato negli scorsi giorni di James Mays (qui il link), sotto la nostra lente di ingrandimento mettiamo un altro ex giocatore di Brindisi: Jonathan Gibson, anche lui in Cina come il pivot afro americano. Entrambi hanno indossato la maglia dell’Enel, seppur in momenti diversi. Il “centrone” - grande amico di Cedric Simmons, altro ex biancoazzurro - ha difeso i colori di Brindisi nella stagione 2014-2015, mentre il protagonista del nostro focus è sbarcato in Puglia qualche anno prima, per la precisione nell’aprile del 2012, con la squadra in Legadue.

BRINDISI
Il playmaker classe ’87 è stato uno dei protagonisti della storica promozione in Serie A dell’Enel, restando anche per la stagione 2012-’13, dove collezionò 30 presenze. Al debutto nel massimo campionato italiano, Gibson si afferma come uno dei migliori marcatori del torneo: 18.4 punti di media in circa 30’ di utilizzo. Un grande attaccante, che in Puglia ricordano ancora bene.

CINA
Oggi, come detto in precedenza, il nativo di Los Angeles si trova in Cina, nella NBL (lega estiva cinese). L’esterno losangelino è in forza all’Anhui, con il quale ha vinto cinque delle prime otto partite del campionato. Nell’ultimo incontro, in soli 22’ di impiego, Gibson ha giocato una delle sue migliori partite in Asia: 37 punti, 9/16 dall’arco (13/20 dal campo), 7 falli subiti e 38 di valutazione. Chissà cosa sarebbe successo se fosse rimasto sul parquet fino al termine della gara, probabilmente avrebbe sfondato il muro dei cinquanta punti. Ma, d’altronde, non ce n’è stato bisogno. La sua squadra ha vinto 135 a 90 contro il Dongbu, ultima in classifica con 8 ko su 8 partite. Con il risultato già in ghiaccio, il coach dell’Anhui ha preferito fare un po’ di turnover, lasciando a riposo l’ex Brindisi. Gibson è comunque terzo nella graduatoria dei marcatori, con 40.3 punti di media.

Niente male. Magari l’anno prossimo ce lo ritroviamo in Serie A, mai dire mai.
Focus a cura di Alessandro Palermo