EuroLeague – La tripla di Pappas regala al Panathinaikos la vittoria contro il Fenerbahce

Pappas segna 24 punti, inclusa la tripla della vittoria con 1.2 secondi sul cronometro. Il Panathinaikos Atene (2-2) batte il Fenerbahce Istanbul (2-2) a OAKA
 di Fabrizio Fasanella Twitter:   articolo letto 440 volte
EuroLeague – La tripla di Pappas regala al Panathinaikos la vittoria contro il Fenerbahce

Seconda sconfitta in EuroLeague per i campioni d’Europa del Fenerbahce, battuti da un Panathinaikos mai domo nonostante le difficoltà. I padroni di casa, sotto di otto lunghezze all’intervallo, recuperano terreno nel terzo quarto e mettono per la prima volta la testa avanti a 1 minuto dal termine del match. Il finale è entusiasmante, con un monumentale Pappas che realizza una tripla della vittoria che rimarrà a lungo nella memoria dei tifosi di OAKA. Una prestazione memorabile da parte dell'esterno greco, autore di 24 punti con 7/12 da due e 2/3 da tre; molto bene anche Calathes, il metronomo dei Greens con 6 assist e 12 punti. Tra i turchi, Melli (14 punti, 8 rimbalzi e 3 assist) e Datome (13 punti con tre triple) si fanno valere sia in attacco che in difesa, ma il top scorer è Vesely con 15 punti. A penalizzare i ragazzi di coach Obradovic sono le 14 palle perse totali.

 

L’esperienza e il talento dei turchi. Il Fenerbahce parte con il passo giusto e tocca i due possessi di vantaggio grazie specialmente a Wanamaker (10 punti nel primo quarto). Calathes, però, sale in cattedra con punti e assist importanti che permettono al Panathinaikos di accorciare il gap: 19-21 al termine del primo quarto. Istanbul, a questo punto, inizia a correre e ad imporre ritmi alti. Vesely, infatti, segna 5 punti ravvicinati, Wanamaker scrive 2 e i campioni d’Europa toccano il +8 (24-32). Poi i Greens recuperano momentaneamente grazie a due triple di Lekavicius e Gabriel, ma Datome (da tre) e Sloukas (penetrazione) fanno la voce grossa per il 36-44 Fenerbahce all’intervallo.

Il Pana è più vivo che mai. All’inizio del terzo quarto, Datome risponde alla tripla di Singleton (41-48) e il Fenerbahce si mantiene a debita distanza con esperienza e lucidità, rispondendo a ogni colpo degli avversari. La coppia Calathes-Pappas (il primo è l’assistman e il secondo il realizzatore), però, infiamma OAKA con delle giocate spettacolari quanto importanti. Quindi Sloukas perde un paio di palloni e si fa cacciare in panchina da coach Obradovic, Istanbul è bloccata in fase offensiva e il punteggio al trentesimo minuto è fermo sul 53-55 dopo una “bomba” delicata di Melli.

Quarto periodo da cinema: Pappas for the win! L’ultimo quarto è una battaglia, ma il Pana fatica contro il talento dei turchi e non riesce a mettere la testa avanti. Il canestro da tre di Datome vale un prezioso +5, poi Atene commette un errore e Vesely punisce subito dopo. A questo punto, quando il match pare ormai ben indirizzato, Pappas segna dall’arco in uscita dal timeout (-2 Greens a 2 minuti dalla fine), il Fenerbahce non capitalizza e ancora Pappas sigla il fondamentale and-one del tanto atteso vantaggio: 67-66 con 1 minuto sul cronometro. Infine, Datome non trema dalla lunetta ma Vesely sbaglia un tiro potenzialmente fondamentale. I greci, quindi, hanno la palla in mano e mettono la firma sulla vittoria grazie alla tripla dal palleggio di un monumentale Pappas (1.2 secondi dal termine). Finisce 70-68.