EuroCup - L'Aquila Trento non supera l'esame Gran Canaria

 di Redazione Pianetabasket.com  articolo letto 211 volte
EuroCup - L'Aquila Trento non supera l'esame Gran Canaria

La lunga trasferta nelle Isole Canarie della Dolomiti Energia Trentino non centra il bersaglio della vittoria. La formazione di coach Buscaglia però disputa una grande gara, lottando con onore ed uscendo a testa alta nonostante la sconfitta da un confronto davvero difficilissimo per il Round 4 della stagione regolare di 7Days. L'avversaria di turno è stat quell’Herbalife Gran Canaria, squadra capace di cogliere il nono successo in altrettante sfide a squadre italiane in coppe continentali.

I padroni di casa hano sfruttato fisicità e centimetri per dominare la lotta sotto i tabelloni (41 rimbalzi a 26), al resto ha pensato un chirurgico Eriksson (23 punti a referto per la guardia ex Barcellona); alla Dolomiti Energia non sono bastati uno strepitoso Sutton (23 punti) e le belle prestazioni individuali di Behanan, 16 punti e 6 rimbalzi, e di un Yannick Franke (13 punti con 5/7 al tiro) in campo per 20’ anche complice un infortunio alla caviglia di Shields nel primo quarto. I bianconeri con questa sconfitta restano soli all’ultimo posto del girone D (1-3), ma la classifica è cortissima (il Tofas ha 3 vittorie, tutte le altre formazioni 2) e la regular season ancora lunga.

 

 

 

La cronaca: Dominique Sutton apre le danze con due triple intervallate da un grande arrivo al ferro, poi prosegue il proprio ottimo momento offensivo a furia di canestri da tutte le posizioni. Dopo 6’ il numero 2 bianconero è già a quota 14, più di tutta Gran Canaria messa assieme (13-17): i padoni di casa si affidano ai canestri di Eriksson e ai centimetri di Balvin e Pasecniks, ma perdono tanti palloni trasformati in punti in contropiede da Flaccadori e Gutiérrez. Il primo quarto, segnato anche dall’infortunio alla caviglia di Shields, si chiude sul 19-21, ma la fisicità del lungo lettone in orbita NBA comincia ad avere un maggiore impatto con il passare dei minuti: coach Buscaglia chiama timeout sul 23-23, l’Herbalife sorpassa con Mekel ma il rientro di Sutton aiuta i bianconeri a rimanere a contatto. Con i canestri di Behanan (gioco da tre punti) e Franke (tripla sillo scadere dei 24”) l’Aquila torna a volare alto, tornando a +4 con un altro and-one questa volta a firma Gomes (33-37). Gran Canaria chiude forte il primo tempo, con un parziale di 9-2 che permette ai gialloblù di andare all’intervallo lungo sul +3 (42-39), e poi riparte con le marce alte anche nel terzo quarto: Behanan lotta (5 punti consecutivi), ma Balvin e Baez colpiscono dentro l’area e regalano ai padoni di casa il massimo vantaggio sul 51-44 del 25’. Un gioco da tre punti del solito Sutton e un bel canestro dalla media di Gutiérrez non bastano per rispondere ai colpi degli scatenati Eriksson e Pauli: complice anche un tecnico e Gomes, l’Herbalife amplia il suo margine di vantaggio fino a quota 11 (62-51). Franke segna 6 punti consecutivi per aprire il quarto periodo, poi si sblocca anche Forray da sotto per il 69-63: la tripla di Gomes vale il -5, ma il portoghese incappa nel suo quinto fallo personale. La partita è intensa e vivissima: i bianconeri tengono il passo dei padroni di casa con Behanan e Sutton, ma poi un paio di palloni persi permettono di nuovo agli spagnoli di prendersi 9 punti di margine (79-70 a 3’ dalla fine). Le stoccate di Eriksson e i rimbalzi in attacco dei gialloblù fanno calare il sipario sul Round 4 di EuroCup.

Il prossimo appuntamento dei bianconeri intanto sarà sabato 8 novembre alle 20.45 al Pala2A di Masnago contro l’Openjobmetis Varese in Serie A.