Avellino più forte della sfortuna. E' terza solitaria nel gruppo D

Rice e Wells decidono il match. Il Nymburk paga le basse percentuali dal campo
 di Massimo Roca  articolo letto 423 volte
Avellino più forte della sfortuna. E' terza solitaria nel gruppo D

La Sidigas è più forte della sfiga. L’infortunio rimediato da Fitipaldo nell’allenamento di lunedì (ne avrà per 40 giorni) fortifica lo spirito dei biancoverdi che mantengono l’imbattibilità interna al cospetto del Nymburk e si lanciano solitari al terzo posto all’inseguimento della coppia di vetta Besiktas-Nanterre. I cechi restano in gara grazie alla prevalenza a rimbalzo (40-31 il computo delle carambole ma soprattutto 18-6 in quelli offensivi). Per il resto il 35,9% dal campo degli ospiti lasciava poche speranze per un epilogo differente. Rich (23 punti) nel primo tempo e Wells (19 punti) nel secondo mettono al sicuro il risultato in attesa di conoscere le decisioni della società in tema di mercato per tappare la falla Fitipaldo in cabina di regia.

LA GARA - Il Nymburk si fa apprezzare per la linearità della manovra offensiva impostata dal playmaker Lawrence e per la reattività a rimbalzo, specie quella offensiva (11-1 il computo dei rimbalzi offensivi nel primo quarto in favore dei cechi). Ciononostante la Sidigas trova il modo di allungare facendo pesare la maggiore qualità offensiva individuale. Su tutti quella di un ispirato Rich (17 punti nel primo tempo). Il jolly Hruban (il miglior dei suoi) si mette in evidenza in casa ospite (11 punti nei primi 14’). Una sua tripla tampona il tentativo di fuga di Wells e compagni (33-23 al 14’). Nel finale di tempo il Nymburk trova con maggiore continuità la via del canestro. Una tripla di Vyoral riporta quasi a contatto gli ospiti (38-34 al 19’). La ripresa si apre nel segno di Filloy. L’argentino infila un paio di triple per un bottino complessivo di 11 punti in soli 5’ (53-43). Si fa interessante il duello con Lawrence. E’ di Bohacik la tripla che dimezza lo svantaggio (53-48).

WELLS CHIRURGICO - Due penetrazioni dell’ala americana spianano la strada alla Sidigas che ritrova la doppia cifra di vantaggio (61-50 al 30’). Il centro Benda si ricorda la via del canestro (per lui solo 5 punti), ma nell’ultima frazione si segna poco. Le percentuali e le palle perse non assistono gli ospiti. La decide Wells prima con una schiacciata e poi con una tripla. La Sidigas addirittura dilaga nel finale in cui si fa notare  l’esperienza di Ortner.

SIDIGAS AVELLINO – CEZ NYMBURK: 80-63 (23-14; 19-22; 19-14; 19-13)

Sidigas Avellino: Zerini, Wells 19, Ortner 6, Bianco n.e., Mavric n.e., Leunen 4, Scrubb 7, Filloy 16, D’Ercole, Rich 23, Ndiaye 5, Parlato n.e. Coach: Sacripanti.

Cez Nymburk: Ray 10, Benda 5, Kolar n.e., Lawrence 12, Diggs 2, Peterka 7, Barac, Kriz 2, Vyoral 3, Hruban 18. Coach: Amiel.

Arbitri: Anastasios (Gre), Aleksandar (Mkd), Ilias (Cyp)

Basketball Champions League, 05^ giornata: Besiktas – Aris: 83-61; Bonn – Nanterre: 62-84. Ostenda – Zielona Gora: 82-78; Avellino – Nymburk: 80-63.

Classifica: Besiktas Istanbul e Nanterre 4 vittorie ed 1 sconfitta; Avellino 3-2; Nymburk, Zielona Gora, Aris Salonicco e Ostenda 2-3; Bonn 1-3.

Prossimo turno: Nymburk – Ostenda (14/11 ore 18.30); Aris – Avellino (14/11 ore 18.30); Nanterre – Zielona Gora (14/11 ore 20.30); Bonn – Besiktas (15/11 ore 20.30).