Serie C - Vigevano inizia sorniona poi Boffini suona la carica e Cislago va ko!

 di Redazione Pianetabasket.com  articolo letto 107 volte
Fonte: Inforete
Boffini (22 punti)
Boffini (22 punti)

Ci mette qualcosa meno di due quarti la ForEnergy Vigevano per mettere tra sè e Cislago quella ventina di punti abbonandati che sicuramente ci passano tra due squadre con ambizioni molto diverse. Ma avrebbero potuto essere anche di più se i ducali non fossero incappati in un avvio con le polveri umide che ha consentito agli ospiti di restare in scia per quasi 20'. Poi le percentuali si sono alzate così come l'intensità della difesa, Frank Boffini ha messo a posto il mirino e per la squadra di coach Biffi è calato il buio.

L'avvio non è di quelli esaltanti: dopo i primi 4 punti "griffati" Benzoni, poi piuttosto in ombra, la partita fatica a decollare. Vigevano svernicia il ferro e se Cisalgo non allunga è solo perché anche gli ospiti mostrano un rapporto complicato con l'anello arancione. Pilotti segna il 10-7 con 4'35" da giocare ma Caffarra replica e al primo stop davanti c'è Cislago (10-11).

L'avvio di seconda frazione è ancora di marca ospite: Cislago allunga con Cattaneo (10-15 con 9' abbondanti da giocare), poi Pavone prima trova il fondo della retina e poi, alla ricercao di un ribaltamento, mette palla in mano a quelli della panchina. Coach Piazza decide di avere visto abbastanza e va in time-out. E che la partita non lo soddisfi per nulla è confermato dal fatto che, con ancora 7'05" dal riposo lungo, le rotazioni sono già finite e in campo ci sono i cinque che hanno iniziato. I ducali tornando davanti con Minoli (22-20 a -3'11"); Boffini sgancia un siluro per il 29-22; Verri pure e alla sosta si va con Vigevano che ristabilisce le distanze (32-24).

Nell'intervallo coach Piazza decide di tenere i toni bassi e parla di aggiustamenti tattici. Il suo eloquio deve essere però convincente, visto che i suoi scendono in campo con una faccia diversa. Certo, poi c'è Frank Boffini che vede l'anello grosso come un silos: tutto suo il parziale di 11-2 con cui la ForEnergy maltratta gli ospiti (43-26 con 7'08" sul cronometro). Vigevano adesso ha ritrovato la sua fluidità offensiva, con la palla che circola sul perimentro e dentro l'area pitturata come non aveva fatto prima, aprendo spazi per i tiratori e, di conseguenza, quelli per i big men. Quando a 4'26" coach Biffi decide di parlarci su, il parziale è già lievitato a 18-4. Prima dell'ultima sosta c'è tempo anche per la tripla di Pilotti (55-28 a - 2'14") e in tribuna già si parla della partita di mercoledì contro Cermenate. Al 30' il tabellone dice 58-33 ma i ducali non hanno ancora finito il lavoro.

Adesso le percentuali assistono i gialloblù e l'ultimo periodo si apre con le triple di Ferri e ancora Boffini che apre la zona ospite come una scatola di sardine. Suo anche il tracciante del 76-46 con 2 minuti e mezzo scarsi dalla sirena, addirittura troppo per Cislago che ricuce nel finale e lascia comunque la ribalta agli applausi a scena aperta per i ragazzi di casa.

ForEnergy Vigevano - Cistellum Cislago 77-51 (10-11, 32-24, 58-33)

ForEnergy Vigevano: Verri 9, Ferri 12, Minoli 6, Grugnetti 3, Boffini 22, Bottacin, Bassi 3, Pavone 8, Benzoni 6, Pilotti 8. All. Piazza.

Cistellum Cislago: Li Volsi 1, Digianvittorio 8, Grampa 12, Saibene 6, Rimoldi, Caffarra 2, Cappelari 7, Freri 2, Ponzelletti 5, Monticelli, Cattaneo 8. All Biffi

Note: Tiri liberi: Vigevano 8/10, Cislago 7/9.

Umberto Zanichelli