Serie C - Vigevano espugna anche Cermenate

 di Redazione Pianetabasket.com  articolo letto 180 volte
Fonte: Inforete
Serie C - Vigevano espugna anche Cermenate

Vigevano si toglie la “scimmia” dalla spalla e spezza Cermenate (42-64), che lo scorso anno si prese 4 punti ai ducali, mettendo in campo la strapotenza fisica e la qualità della difesa e dimostrando anche che, se per una sera Grugnetti e Boffini non brillano, ci sono gli altri a portare mattoni alla causa, oltre al solito pacchetto di lunghi che gli avversari si sognano anche di notte.
Vigevano parte bene, ed è già differenza rispetto alle ultime uscite, con Benzoni che fa male ai padroni di casa (0-5 dopo 2’). Boffini ciuffa la tripla de 3-8 a -7’24” e la partita sembra già in discesa. Invece coach Grassi estrae dal cilindro una fastidiosa zone-press che mira a togliere tempo e lucidità agli esterni ducali e che poi rientra a fronte pari. Il primo attacco gialloblù è da applausi con Grugnetti che spedisce una palla parlante a Benzoni dietro le linee per il 5-10. Adesso però sono i comaschi a fare la voce grossa e Pellizzoni infila il 12-12 con 5’11” sul tabellone. Vigevano suda sulla zone press ma quando passa la prima linea poi fa male: esegue Benzoni a- 3’07” per il 14 -18 poi Verri allunga e al primo stop a guidare sono i ducali (18-22).
Il secondo quarto si apre con Pavone a segno (18-24), poi Pilotti imbuca da lontano (21-26 con 7’15” da giocare). Cermenate fatica a trovare l’anello arancione, operazione che riesce meglio quando gli esterni di casa attaccano i mezzi lunghi ducali dal palleggio. Ma più passano i minuti più Vigevano diventa padrona del campo. Pilotti segna ancora, Cermenate invece suda per mettere insieme qualche punto perché di là, in difesa, quelli di coach Paolo Piazza non mollano un centimetro. Adesso i gialloblù macinano gioco: a -57” Minoli piazza la tripla e a -12” Pilotti regala a Pavone un canestro già fatto e al riposo lungo Vigevano vola via (25-37).
I ducali tornano dentro e ricominciano da dove avevano finito, alzando il livello della difesa togliendo ossigeno e spazio agli avversari. Verri apre le danze dalla linea più lontana (27-39 con 7’55”), poi Benzoni fattura quattro liberi in pochi secondi. Il solco si allarga con Cermenate che mette in campo tutto per limitare la strapotenza ducale senza riuscirci. Con un minuto sul tabellone Pavone restituisce la cortesia a Pilotti per il 32-50. Alla penultima sirena Vigevano è 32-54 e il parziale degli ultimi due quarti dice 32-14 ForEnergy.
Ecco spiegato perché l’ultimo periodo scorre via con i gialloblù, al settimo sigillo consecutivo, in assoluto controllo della gara. Forse l'attacco non va di flusso come può e come nella circostanza dovrebbe, ma c’è ancora Pilotti a pescare un paio di giocate da applausi prima dei titoli di coda. E domenica si torna in campo al “Basletta” per affrontare Cerro.

Virtus Cermenate - ForEnergy Vigevano 42-64

Virtus Cermenate: Broggi 4, Ballarate 3, Pellizzoni 7, Scuratti 8, Ukaegbu 10, Bianchi 3, Villa 7, Aceti, Galasso, Papatolo. All. Grassi.

ForEnergy Vigevano: Grugnetti 2, Boffini 3, Verri 15, Benzoni 14, Pilotti 12, Ferri 6, Minoli 5, Bottacin, Bassi 1, Pavone 6. All. Piazza.

Parziali: 18-22; 25-37; 32-54.

Tiri liberi: Cermenate 4/7, Vigevano 15/24.

Umberto Zanichelli