Serie C - Turno infrasettimanale: al “PalaBerlinguer” arriva la Virtus Monte di Procida

 di Redazione Pianetabasket.com  articolo letto 98 volte
Serie C - Turno infrasettimanale: al “PalaBerlinguer” arriva la Virtus Monte di Procida

Nel 12° turno del campionato di Serie C Silver, il Semprefarmacia.it Basket Bellizzi ospita al “PalaBerlinguer” la Virtus Monte di Procida. Il match si disputerà mercoledì 13 dicembre, palla a due alle ore 20:30. La gara sarà diretta dal 1° arbitro sig. Fabio Dell’Infante di Ariano Irpino (AV) e dal 2° arbitro sig. Simone Argenio di Mercogliano (AV).

 

Le dichiarazioni del presidente Nicola Pellegrino

Dopo lo stop inatteso sul campo del Basket Casapulla, è il presidente Nicola Pellegrino a fare il punto della situazione. Il numero uno della società gialloblu, prova ad individuare le cause del passo falso di domenica: «Come al solito pecchiamo di ingenuità, mancanza di cattiveria e cinismo. Sappiamo bene che non possiamo perdere punti su campi come quello di Casapulla. Mi aspettavo, sinceramente, maggiore impegno e spirito di sacrificio da parte di tutti i ragazzi». Ancora nessun confronto però con squadra e tecnico: «Visto il numero elevato di impegni ravvicinati, ho preferito rimandare qualsiasi tipo di discorso e ragionare a bocce ferme durante la pausa natalizia».

Il calendario pone dinanzi a Di Mauro e compagni subito un nuovo match, per riscattare le ultime opache prestazioni. È questo quello che auspica il patron: «Spero venga fuori l’orgoglio, il senso di appartenenza ad una società come il Basket Bellizzi che si distingue per personalità e serietà. Mi auguro che i ragazzi comprendano l’importanza della concentrazione e dello spirito di sacrificio quotidiano. Se non si capisce ciò, difficilmente riusciremo a mantenere il ritmo che è necessario in questo difficilissimo campionato di Serie C Silver. Se i ragazzi mostreranno spirito e mentalità giusti, sicuramente porteranno a casa il risultato. Con una prestazione come quella di Casapulla, invece, rischiamo una disfatta».

Qual è allora la strada da seguire? «Non lo so. Questa è una domanda da fare al direttore sportivo e all’allenatore. Io sono assolutamente convinto che questa squadra è stata pensata e costruita per raggiungere un buon livello in questo campionato. La classifica ci dice che siamo dove siamo e che possiamo lottare per i nostri obiettivi, a patto che non ci fermiamo. Dobbiamo continuare a stringere i denti per arrivare in fondo a questo campionato, possibilmente tra le prime cinque».

Il patron ribadisce quindi l’obietto play-off: «Stiamo conducendo un campionato di livello, con un numero di vittorie nettamente superiore a quello delle sconfitte. Se vogliamo fare un campionato di vertice, però, non possiamo permetterci certi errori. Noi vogliamo arrivare ai play-off, speriamo di riuscirci. Mi auguro che i giocatori, a partire dalla vecchia guardia, sappiano reagire col carattere e la personalità che gli riconosco».

Contro Procida, una mano potrà arrivare dal calore del pubblico. Che non è tutto però per il presidente Pellegrino: «Contro Maddaloni non è servito a molto. I tifosi possono incitare e sostenere la squadra. Ciò che conta, però, è quello che accade in campo. Se i giocatori non fanno il loro dovere e non ritengono opportuno impegnarsi nel modo giusto, ben poco possono fare i tifosi dagli spalti».