Serie C - Mortara, dopo la sconfitta a Gazzada fa i conti ancora con gli infortuni

 di Redazione Pianetabasket.com  articolo letto 135 volte
Fonte: La Provincia Pavese
Serie C - Mortara, dopo la sconfitta a Gazzada fa i conti ancora con gli infortuni

C’è orgoglio e rammarico all’indomani della sfortunata sconfitta di sabato sera della Expo Inox Mortara, battuta da Gazzada, una delle più forti ed accreditate formazioni del girone, solo nell’ultimo giro di lancetta. Ed anche in questa circostanza, la squadra gialloblu ha dovuto schierarsi a ranghi ridotti, con capitan Cattaneo a guardare dalla tribuna dopo l’infortunio patito la settimana prima ad Erba ed in attesa dell’esito degli esami strumentali. Kalvis Sprude, dopo due partite da spettatore, ha rimesso piede in campo, ma in condizioni ancora precarie. Malgrado tutto ciò, la squadra di coach Alfonso Zanellati è stata avanti per tutto il primo quarto, ha resistito al ritorno dei varesini nel secondo, ha disputato un’ottima terza frazione andando ancora in vantaggio ed è rimasta punto a punto sino al giro finale di orologio, quello in cui la gara si è decisa non senza amaro in bocca per il clan gialloblu.

«Per la verità, abbiamo più di un motivo di recriminazione», esamina il match coach Alfonso Zanellati. «Prima abbiamo preso allo scadere di ventiquattro secondi un canestro da tre rocambolesco di Verri dall’angolo, poi, sull’azione successiva, non ci è stato dato un canestro in azione di contropiede di Bossi sul quale la stoppata di Verri è arrivata nettamente dopo che il pallone aveva colpito il tabellone. Saremmo arrivati di nuovo a -2 ed il finale sarebbe stato tutto ancora da giocare». Zanellati apprezza, però, la prestazione della sua squadra: «I ragazzi hanno lottato ed offerto una prestazione sicuramente migliore di quella che ci ha visto soccombere in casa mercoledì sera. Ovviamente, le rotazioni ridotte ci condizionano. Sprude ha giocato, ma è probabilmente al 50% della condizione. Quanto a Cattaneo, ad inizio settimana avremo il responso degli esami strumentali a cui si è sottoposto. Confido che sia un esito positivo e che gli consenta di tornare ad allenarsi subito per recuperare la condizione ed essere schierabile». Sarebbe molto importante avere a disposizione il capitano già sabato prossimo quando la formazione lomellina sarà impegnata di nuovo in trasferta su di un campo molto difficile come quello di Saronno: «Dovremo dimostrare lì di essere cresciuti, ma ancor di più, cercare la vittoria stavolta sfuggita di poco».

Fabio Babetto