Serie C - Il Michelaccio San Daniele supera il Vida Latisana

 di Redazione Pianetabasket.com  articolo letto 94 volte
Serie C - Il Michelaccio San Daniele supera il Vida Latisana

Grandissima vittoria de Il Michelaccio San Daniele che, nel big match della terza giornata di ritorno, ha superato, per 74-73, il Vida Latisana. Coach Sinone (in panchina nonostante l'influenza) ha dovuto rinunciare a Pellarini, Colutta, Barazzutti, Domini, con il giovane Nicoloso in panchina per onor di firma. Dopo 5 minuti si è fermato anche Luca Tosoni per un problema alla schiena e per Sinone le rotazioni possibili sono rimaste a sei giocatori, con i giovani Cella e Tallone bravi a stare in campo e a non far rimpiangere gli assenti. Il primo quarto è stato a favore del Latisana che ha allungato fino al 24-15. San Daniele è stata brava a non disunirsi e sospinta da un grande Federico Bellina ha recuperato e chiuso all'intervallo sotto di due lunghezze. Nel terzo quarto c’è stato un altro allungo de Il Michelaccio che, con un parziale di 20-10, ha raggiunto le 8 lunghezze di vantaggio grazie ai canestri importanti di Bortoluzzi e Di Just. Nell'ultima frazione i collinari hanno mantenuto il controllo della partita, grazie alle iniziative di Simonutti e ai canestri pesanti del solito Bellina. Latisana però non ha mollato e grazie ai siluri di Palombita e Maran si è riportata in parità. Bortoluzzi dalla lunetta è stato preciso per il +1 prima dell’ultimo possesso per gli ospiti che hanno provato a vincere, ma l'ultima conclusione è stata respinta dal ferro.
 

Coach Enrico Sinone analizza la partita: "Veramente non ho più parole per descrivere il mio gruppo: siamo una squadra incredibile. Avevo dichiarato nel prepartita che nelle condizioni di emergenza troviamo sempre stimoli pazzeschi e oggi abbiamo dovuto rinunciare a sei giocatori, di cui quattro praticamente titolari, ma nonostante tutto abbiamo giocato con un cuore enorme. Lo stesso Cella, appena rientrato da un infortunio, ha stretto i denti e ha dato il suo contributo giocando più minuti di quelli previsti dal piano partita. Abbiamo alternato varie difese, limitando il più possibile i punti forti di Latisana. In attacco abbiamo giocato con equilibrio, trovando sempre ottime soluzioni. Nel finale abbiamo sofferto un pò quando la stanchezza ci ha un annebbiato, ma sarebbe stato ingiusto perdere una partita così all'ultimo tiro, dopo essere stati avanti per trenta minuti. Ancora complimenti ai miei ragazzi perché anche oggi hanno fatto vedere lo spirito Bull Dogs. Ora speriamo di recuperare qualche giocatore per la difficile trasferta a Cordenons. Ci aspetta una avversaria in grande forma, intensa e aggressiva: dovremo recuperare più energie possibili."