Serie C - Don Bosco battuto a domicilio dalla Synergy Valdarno

 di Redazione Pianetabasket.com  articolo letto 165 volte
Serie C - Don Bosco battuto a domicilio dalla Synergy Valdarno

Paga caro la giornata storta al tiro la formazione di Roberto Russo; i rossoblù tirano appena con il da 32 % due e con il 16 % dalla lunga distanza, ed alla fine pagano dazio nello scontro diretto con il fanalino di coda Synergy Valdarno che festeggia così il primo successo esterno del suo fin qui tribolato campionato. Alla fine la sirena premia la formazione di Egizio Giuliana per 54-46. Una sconfitta che fa male al Don Bosco,

 

La Cronaca

 

Nei rossoblù di casa coach Roberto Russo sceglie il quintetto base composto da Creati, Orsini, Graziani, Bianco e Fantoni. In casa valdarnese Giuliana risponde con Corsi, Stroppa, Brandini, Pelucchini e Salafia. L'inizio è da entrambe le parti con le polveri bagnate, con la Synergy che piazza un mini parziale di 3-0, cui risponde prontamente il Don Bosco riportando in parità il punteggio. Un equilibrio che dura fino al termine del primo quarto, chiuso sul 18-14 per gli ospiti. Le stats dei primi 10' testimoniano le basse percentuali Don Bosco: 38 % da due, 20 da tre. Migliori quelle ospiti, che però pagano dazio sotto le plance. Il canovaccio della partita non cambia al rientro sul parquet, sono sempre le difese ad aver la meglio sui rispettivi attacchi, con Synergy che conduce il match con vantaggi minimi fino a che una bomba di Ceparano a 2'30” dall'intervallo lungo impatta la partita a quota 25. Tripla alla quale Pelucchini e compagni replicano un contro parziale di 7-0 grazie anche ad una tripla da distanza siderale di Brandini sulla sirena e vanno all'intervallo lungo avanti per 32-25. A metà partita il titolo di top scorer è per Perucchini, con 9 punti. Anche in avvio di ripresa si continua a segnare con il contagocce, tanto che nei primi 6' di gioco si sono visti soltanto altrettanti punti: 4 del Don Bosco, 2 della Synergy. In chiusura di tempino, dopo che il Don Bosco ha sprecato la palla del possibile vantaggio, gli ospiti provano l'allungo andando all'ultima pausa avanti di 9, ottime margine in una partita dal punteggio così basso. Che nell'ultimo quarto prova in ogni modo a ricucire lo strappo senza però riuscire a mettere il naso avanti, complici le pessime percentuali dal campo dei padroni di casa.