Serie C - Corato attende in casa il Monteroni

 di Redazione Pianetabasket.com  articolo letto 163 volte
Serie C - Corato attende in casa il Monteroni

Dopo aver espugnato il PalaGentile di Ostuni per 75-90, Corato torna a casa. Avversario di turno la NP Monteroni, ancora al palo in classifica dopo quattro giornate di campionato.

Terza apparizione casalinga per i neroverdi, chiamati a confermare quanto di buono fatto vedere nelle ultime uscite stagionali.

A.S. Basket Corato con il morale alle stelle dopo la vittoria in casa di Ostuni, storico rivale della compagine coratina. Per la sfida casalinga contro Monteroni tutti a disposizione per coach Marco Verile, che può contare su un gruppo sempre più solido e coeso, sia dal punto di vista tecnico-tattico, che dal punto di vista umano. Il secondo posto in classifica dietro Monopoli, nonostante il calendario quasi proibitivo, rende giustizia a quanto visto sinora in campo, ma ora bisognerà ripetersi anche contro un avversario almeno sulla carta sfavorito. 

La squadra del presidente Marulli ha avuto la forza e la maturità di reagire con forza alla sconfitta casalinga della prima giornata e ha messo in fila squadre di rango come Manfredonia, Castellaneta e Ostuni. Il dominio totale contro i gialloblu (Corato in vantaggio anche di 28 nel corso del terzo quarto) è figlio di un durissimo lavoro quotidiano e delle statistiche personali dei giocatori neroverdi, che sono un po’ la fotografia dell’ottimo momento dei padroni di casa. Sgrò, Stella, Bagdonavicius e Cicivè sono nella top 20 nella speciale classifica della percentuale dei tiri da 2, con il primo che ha totalizzato l’invidiabile media dell’81% di realizzazioni, mentre il materano Castoro è al secondo posto assoluto nella classifica di tiri da 3 punti. Infine Mauro Stella è il top assistman del torneo con 28 passaggi vincenti realizzati.

Completamente opposto l’umore degli ospiti che, nonostante le ottime prestazioni sfornate, non sono riusciti a conquistare i primi due punti nel torneo. Squadra ostica da affrontare, quella leccese, con buona corsa e giovani di talento. Sfortuna e un pizzico di inesperienza hanno negato ai leccesi la gioia della prima vittoria stagionale nelle tre partite precedenti. Successo sfiorato anche domenica scorsa in casa contro la TechnoSwitch Ruvo, dopo tre quarti praticamente sempre avanti e la clamorosa rimonta murgiana concretizzatasi solo nell’ultima parte del match. Da tenere particolarmente d'occhio l'ala piccola Latella (20.5 di media) e il play Durini (19.3 pt), in un roster nel complesso molto interessante e da non prendere sotto gamba.

Parola d'ordine dunque per l'A.S. Basket Corato è non abbassare la guardia, per inanellare la quarta vittoria consecutiva e regalare una nuova gioia ai calorosissimi tifosi del Palalosito.

Appuntamento a domenica alle ore 18:00 al Palalosito.

In occasione del pre-gara abbiamo intervistato la guardia Michele Castoro e l’allenatore in seconda Felice Carnicella:

MICHELE CASTORO: «Con Ostuni è stata la partita perfetta, quella che dovremmo disputare ogni settimana. Il lavoro settimanale ci ha permesso di stare sempre sul pezzo per quaranta minuti. Ho lavorato sodo per recuperare la forma ma non sono ancora al 100%, sto lavorando duramente per tornare ai miei standard». Sul nuovo gruppo: «Siamo una squadra formata da ragazzi seri, forti, intelligenti e con la testa sulle spalle, umili e pronti a sacrificarsi per gli altri. Inoltre siamo grandi amici fuori dal campo, ciò è fondamentale per ottenere grandi risultati». Sul match contro Monteroni: «La classifica dei leccesi è bugiarda, i zero punti in classifica non rispecchiano le reali potenzialità degli ospiti. L’impegno e la concentrazione che impiegheremo sarà forse anche superiore agli altri match, non dobbiamo abbassare la guardia».

FELICE CARNICELLA: «Il campionato di Serie C è molto impegnativo, anche se nei due anni di D abbiamo sempre lavorato con professionalità. Lavorare con un gruppo quasi totalmente nuovo non è mai semplice, ma il lavoro svolto da coach Verile in primis sta facendo crescere in maniera esponenziale questa squadra, stiamo trovando le giuste alchimie. Dopo aver pagato l’emozione della prima in casa, abbiamo sempre messo tutto in campo e giocato grandi partite. La squadra sta crescendo, non dobbiamo porci limiti, affrontiamo partita dopo partita come se fosse una finale, poi a fine anno tireremo le somme». Domenica arriva Monteroni: «Noi non sottovalutiamo nessuno, non è nel nostro DNA. Monteroni inoltre ha dimostrato di saper esprimere una pallacanestro di ottimo livello, hanno un roster giovane, una squadra veloce in grado di mettere in difficoltà chiunque. Se giocheremo sui nostri livelli potremo portare a casa la vittoria».