Serie C - Al PalaPuca il San Nicola supera la Partenope

22.02.2018 00:00 di Redazione Pianetabasket.com  articolo letto 313 volte
Serie C - Al PalaPuca il San Nicola supera la Partenope

Il miglior attacco del campionato contro il miglior marcatore individuale: strano che una partita si chiuda a nemmeno 60 punti. Così è andata al PalaPuca, dove il San Nicola Basket Cedri strappa, grazie ai 25 punti di Alejandro Viera, un sofferto successo contro la Pallacanestro Partenope per 49-58, riconquistando la vetta della classifica in virtù della sconfitta di Pozzuoli a Sarno. Senza Riccio infortunato, Donaddio assente e Pignalosa non ancora al meglio, coach Falcombello sceglie Marini per affiancare Mihalich in regia. La tattica difensiva della Partenope spinge i giocatori di coach Patrizio a intasare il pitturato per arginare Johnson e Viera. Dopo un momento di empasse iniziale, i Cedri riescono trovano il bandolo della matassa conquistando molti viaggi in lunetta: nonostante le percentuali non proprio confortanti, gli ospiti sono avanti 7-12 dopo 6’. L’attacco Partenope è orfano di Garcia Bustamante, che sbatte ripetutamente sui ferri del palazzetto di Sant’Antimo, ma la regia di Silvestrini permette ai padroni di casa di rimanere nel match servendo un paio di cioccolatini ai fratelli Cannavale. San Nicola cavalca Linton Hohnson e con un paio di canestri scrive il primo strappo per il 12-18 del 10’, perdendo però Erra per una slogatura alla caviglia in una lotta a rimbalzo. Poco male: i Cedri cavalcano l’onda e trovano fiducia in attacco facendo girare ottimamente la squadra. Un break di 9-2 chiuso dalla tripla di Pignalosa regala al 13’ il massimo vantaggio della partita sul 14-27. Partenope si carica con il tecnico affibbiato a coach Patrizio e decide di difendere a tutto campo mischiando uomo e zona: la scelta paga, con i Cedri che perdono lucidità e non trovano più il canestro. Silvestrini si conferma il metronomo dei padroni di casa che, passo dopo passo, riducono il solco fino al 29-32 dell’intervallo. Al rientro in campo sono le difese a farla da padrone: per sette minuti le due squadre restano a contatto segnando pochissimo. Linton Johnson oscura la vallata nei pressi del ferro, Mihalich annulla Garcia, Viera e capitan Garofalo trovano punti vitali per permettere ai Cedri di approcciare l’ultimo parziale in vantaggio sul 36-45. Coach Falcombello perde per strada Pignalosa e Marini gravati dai falli e ottiene buone risposte dal giovane Elio Di Martino, che difende su Silvestrini come un leone. Viera continua a dominare in pitturato e con i suoi punti i Cedri toccano il +11 con sei minuti da giocare. La Partenope non ci sta e prova a rimettersi in carreggiata con i canestri di Vallone, ma sul -5 è Johnson in appoggio a chiudere la pratica. “Mi aspettavo una gara del genere – ci dice coach Falcombello a fine gara -  sapevofossero diventati molto solidi con l’innesto di Silvestrini, ma devo dare atto della grande prova difensiva dei miei ragazzi, hanno limitato alla perfezione le bocche da fuoco della Partenope. Abbiamo preparato la gara nei minimi dettagli, abbiamo sofferto tanto anche in virtù dei tanti liberi sbagliati, ma è stata una gara molto maschia. Sono contento di aver ripreso il primo posto in solitaria, ma ora penso a godermi questa gran bella vittoria, frutto del lavoro durante la settimana”.

Pallacanestro Partenope – San Nicola Basket Cedri 49-58 (12-18, 29-32, 36-45)

Pallacanestro Partenope: Cannavale 4, Silvestrini 14, Montanaro, Vallone 11, Bakula NE, Cannavale 5, Mbaye 7, Garcia Bustamante 6, Dekic, Diaz 2, Abete NE, Iannelli Ne. All. Patrizio

San Nicola Basket Cedri: Aldi, Pignalosa 5, Di Martino, Viera 25, Marini 2, Spalice NE, Garofalo 4, Mihalich 8, Erra, Zamo 2, Russo NE, Johnson 12. All Falcombello.