Serie B - Un'Amatori da applausi espugna Recanati

 di Redazione Pianetabasket.com  articolo letto 84 volte
Serie B - Un'Amatori da applausi espugna Recanati
L'Amatori Pescara supera la forte Basket Recanati con il punteggio di 79-60, al termine di una sfida condotta dall'inizio alla fine. Un primo tempo da urlo, finito con l'incredibile punteggio di 20-3, ha indirizzato il match sin dalle prime battute; i biancorossi sono stati perfetti nell'impedire qualsiasi tentativo di rimonta marchigiana, nonostante le rotazioni accorciate dall'infortunio di Grosso e dai problemi di falli di Drigo e Capitanelli. L'Amatori, con questa vittoria, si scrolla di dosso le incertezze che potevano nascere dopo la brutta sconfitta patita contro Ortona e rilancia le proprie ambizioni, al termine di un ciclo che l'ha vista affrontare le tre squadre più accreditate del campionato nelle prime quattro giornate. 
 
Impossibile indicare il miglior giocatore della partita: gara da incorniciare per tutti i biancorossi che oggi sono scesi sul parquet. Complimenti allo staff tecnico guidato da coach Rajola, che ha preparato benissimo la partita, ha rigenerato la squadra dopo il passo falso di domenica scorsa e ha avuto il coraggio di dare tanti minuti alla panchina; Bini, Del Sole e D'Eustachio hanno risposto "presente!" e hanno dato un grande contributo, ben oltre il freddo dato statistico, risolvendo i problemi di falli del quintetto ospite garantendo un ottimo rendimento al cospetto di avversari quotatissimi.
 
Atmosfera da big match, per la presenza di un folto e rumoroso pubblico e per la presenza di tanti giocatori importanti che mettono subito tanta fisicità in campo. Recanati cerca immediatamente di intasare gli spazi per impedire le penetrazioni di Bedetti e Caverni; in questo traffico, però, è Capitanelli che domina la scena: il pivot dell'Amatori vince il duello con Fall e chiude tutte le porte agli ospiti, che esasperano il tiro da tre punti senza mai realizzare. Così, l'Amatori, mattoncino dopo mattoncino, si spinge in avanti e guadagna un cospicuo vantaggio già nei primissimi minuti di gioco (2-11).  Coach Coen ferma il gioco e tenta di risolvere i problemi mandando sul cubo del cambio l'acciaccato Giorgio Broglia, a mezzo servizio dopo un infortunio. La sfida rischia di perdere un sicuro protagonista quando la fiscale coppia arbitrale sanziona per la terza volta in meno di sei minuti Drigo. Con un Broglia in più e un Drigo in meno variano gli interpreti ma non cambia il quadro generale: Capitanelli domina sotto entrambi i canestri, mentre il quintetto ospite è molto più lucido e preciso (3-18). L'antisportivo fischiato a Gurini certifica il nervosismo dei locali, che hanno trovato un solo canestro dal campo, mentre Pescara chiude il tempino segnando l'ennesimo canestro di un primo quarto incredibile: 3-20!

Arriva, ovvia, la reazione dei padroni di casa, trascinati dal leader Guarino: Recanati, dopo aver segnato 3 punti in dieci minuti ne segna 7 nel primo minuto di gioco del secondo quarto. Coach Rajola ferma subito il gioco per rallentare la spinta dei marchigiani. Pescara soffre un po', ma non subisce particolarmente il ritorno degli ospiti, anche se Fall, con la sua fisicità un po' sopra le righe, ora si fa sentire (pur continuando a sbagliare tantissimo dalla lunetta). L'Amatori con le rotazioni cortissime forse fatica a realizzare, ma non cede un millimetro, tiene botta e anzi, con cinque punti di fila, riporta a quota 16 i punti di distacco (13-29; 18-34; 20-36) con Leonzio sugli scudi. Tanti minuti sul parquet per Del Sole, che non si fa intimorire di fronte ad avversari di livello. Gli esterni di entrambe le squadre alternano buone giocate a qualche forzatura, in una fase equilibrata che, comunque, gioca a vantaggio dell'Amatori, che fa riposare Drigo e Capitanelli, penalizzati dai falli, senza perdere punti. Il parziale si chiude 20-38: Pescara non solo ha retto la reazione avversaria, addirittura ha guadagnato un altro punticino.

L'Amatori esce dagli spogliatoi come una furia, segna dieci punti in due minuti e vola fino al +26, con un gran rientro in campo di Drigo. Recanati estrae due conigli dal cilindro con due bombe firmate Di Viccaro e Guarino, canestri che ispirano un contro break di 10-0. Rientra in campo Caverni che, assieme a Leonzio, continua a gestire con grande sapienza ogni pallone, gestendo bene il ritmo, fattore vitale nel momento in cui emerge qualche sbavatura difensiva, dettata dalla stanchezza. L'energia di Bedetti porta tanti punti ai biancorossi, mentre i locali si affidano ai fuochi d'artificio di Vincenzo Di Viccaro per riportarsi a meno tredici (47-60) e tentare una rimonta.

I miracoli del cannoniere locale funzionano meno in apertura di quarto parziale, quando è costretto a forzare ancora di più, perchè il cronometro corre e il tempo a disposizione per rimontare si riduce drasticamente. Non bastano le prodezze di un singolo per rimontare l'Amatori di oggi, che mette in campo tanta qualità e tantissima abnegazione. Infatti, gli ospiti controllano anche l'ultimo tempino, costruendo tanti tiri aperti che allargano il divario. Il nervosismo dei marchigiani regala possessi e tiri a cronometro fermo a Pescara, che, guidati da un Leonzio straordinario, gestiscono gli ultimi minuti e si prendono due punti fondamentali.
 
Coach Rajola contentissimo per la prestazione dei suoi, a caldo, a fine partita: "Faccio enormi complimenti ai miei ragazzi: partita perfetta! Hanno fatto tutto ciò che avevamo preparato durante la settimana: Recanati ha tanti giocatori forti e noi siamo riusciti a sporcare le loro caratteristiche. I complimenti che devo fare sono doppi perchè la squadra ha avuto una grande reazione dopo la sconfitta di domenica scorsa: ero arrabbiatissimo proprio perchè conosco le potenzialità che abbiamo e pretendo che si affronti ogni partita con umiltà, cattiveria e razionalità. Con questa ricetta, i risultati verranno".
 
Molto soddisfatto il presidente Carlo Di Fabio: "Vittoria importantissima dopo una settimana difficile. Voglio fare i miei complimenti alla squadra e allo staff, che hanno saputo resettare tutto dopo la brutta partita contro Ortona. Ringrazio di cuore il centinaio di tifosi che è venuto in trasferta a sostenerci. Questa è una vittoria dalla dimensione clamorosa, sia per il punteggio sia per come è stata costruita, dal primo all'ultimo minuto; complimenti a tutti! Stavolta mi permetto di dare una nota di merito particolare, una sottolineatura che di solito non faccio ma che stavolta è necessaria: complimenti a Ennio Leonzio, un ragazzo giovanissimo che dopo una settimana difficile, sofferta, ha reagito e si è fatto trovare pronto, offrendo una prestazione molto solida soprattutto sotto il punto di vista dell'atteggiamento".
 
Basket Recanati- Amatori Pescara 60-79 (3-20; 20-38; 47-60)
 
Basket Recanati: Guarino 17, Cuccoli R., Fall 9, Pierini 8, Gurini A. 4, Di VIccaro 17, Vidakovic ne, Cuccoli N. ne, Cingolani ne, Gurini G. 3,Broglia 2, Pesce ne.
Allenatore: Piero Coen
Tiri da due punti: 12/35 (34%); tiri da tre punti: 7/28 (25%); tiri dal campo 19/63 (30%); tiri liberi 15/25 (60%), 36 rimbalzi.
 
Amatori Pescara: Di Giorgio, D'Eustachio 2, Grosso ne, Drigo 14, Bini 3, Bedetti 12, Caverni 9, Capitanelli 19, Boscherini, Leonzio 18, Del Sole 2.
Allenatore: Stefano Rajola.
Tiri da due punti: 18/30 (60%); tiri da tre punti 9/26 (35%); tiri dal campo 27/56 (48%); tiri liberi 16/20 (80%); 39 rimbalzi.