Serie B - Udas Cerignola on fire: espugnata Senigallia

 di Redazione Pianetabasket.com  articolo letto 241 volte
Serie B - Udas Cerignola on fire: espugnata Senigallia

Tornano alla vittoria i cannibali biancazzurri e lo fanno in grande stile in quel di Senigallia, sbancando il PalaPanzini della città marchigiana con il risultato di 48-70. Una grande prova quella degli uomini di coach Marinelli, scesi in campo con una grande determinazione e, soprattutto, con una gran voglia di rivalsa dopo la sconfitta casalinga contro Teramo, domenica scorsa al PalaDileo. 

Un primo periodo non cominciato nel migliore dei modi per i biancazzurri ofantini, le ottime trame in contropiede dei padroni di casa e, una buona precisione al tiro dalla distanza, mandano i biancorossi subito in vantaggio di nove lunghezze. Complici dello svantaggio in casa udassina, le assenze di pedine fondamentali e la troppa foga di Kushchev, richiamato subito in panchina per falli. Marchetti e soci soffrono la difesa totale dei marchigiani, andando sotto alla prima sirena sul 19-10. Per i locali ottime le prestazioni iniziali dei vari Giampieri, Paparella, Tortù e Pierantoni. 

Il secondo quarto vede la Goldengas mantenere il vantaggio in doppia cifra, approfittando degli errori nella marcatura a uomo dei cannibali. Col passare dei minuti, coach Marinelli, passa alla difesa a zona ed i progressi cominciano a farsi notare: i locali vengono meno nelle realizzazioni, cercando troppo spesso conclusioni azzardate dalla distanza. In tutto questo sale in cattedra Simone Colonnelli che, con una verve mai vista prima, realizza tre triple consecutive, portando i cerignolani a meno tre punti dai senigalliesi, a pochi minuti dall’intervallo lungo. Sarà Marchetti, poi, ad agguantare il pari con una gran tripla, 28-28 al PalaPanzini. I padroni di casa non mollano il match e, con l’onnipresente Tortù, piazzano un piccolo break, andando al termine del primo tempo sul +3. 31-28 Senigallia.
 
Al rientro dagli spogliatoi, Senigallia è parecchio imprecisa dalla lunga distanza (0/10 nel terzo quarto), vanificando gli ottimi contenimenti difensivi. La risposta ospite è ancora nelle mani di Colonnelli, che con 5 punti in rapida successione, porta in vantaggio i suoi per la prima volta nell’arco della gara. Vantaggio che viene legittimato nel finale di quarto da Raicevic e Colonnelli, mandando l’Udas sul +6 al suono della penultima sirena.

L’ultimo periodo è un assolo biancazzurro: un capolavoro dei ragazzi ben guidati da coach Marinelli. Primi tre minuti con un super 8-1 di parziale per Cerignola che costringe subito Foglietti al time out. La piccola pausa chiamata dai locali non porta gli effetti sperati, anzi, mandano i cannibali sempre più in fiducia. Nei successivi minuti di ultimo periodo, il vantaggio ospite è assordante: 43-60 a soli cinque minuti dal termine. Senigallia tenta una piccola reazione con Paparella, parziale di 5-0 locale, 48-60 ad una manciata di minuti dalla sirena. Il quintetto udassino resiste e colpisce ancora di più, portando un pesantissimo 48-70 alla sirena.

Termina con i cannibali che conquistano la seconda vittoria in questa Serie B Old Wild West, ancora una volta in trasferta, dopo la bella prova in quel di Perugia. Adesso i punti in classifica sono quattro.

➡ Prossima sfida, il 5 novembre a San Severo, contro la capolista dell’ex Ivan Scarponi. Siamo tutti chiamati a rispondere: PRESENTE! all'appello dei Cannibali. Serve un sostegno mai visto prima.

Tabellini
(19-10; 12-18; 9-18; 8-24)

GOLDENGAS SENIGALLIA: Tortù 14, Del Torto, Pierantoni 5, Paparella 11, Giacomini 2, Giampieri 12, Brighi 2, Benedetti, Ricci, Angeletti, Bertoni 2, Figueras. All. Foglietti.

UDAS BASKET CITTÀ DI CERIGNOLA: Colonnelli 24, Gambarota 6, Marchetti 19, Ippedico, Dinoia, Dimmito, Tredici, Kushchev 4, Sabbatino 7, Grittani, Markus 6, Raicevic 4. All. Marinelli