Serie B - Per San Miniato una trasferta ostica a Pavia

 di Redazione Pianetabasket.com  articolo letto 88 volte
Serie B - Per San Miniato una trasferta ostica a Pavia

Dopo la scoppiettante prestazione di domenica scorsa al PalaFontevivo, in cui ha surclassato la Coelsanus Robur et Fides Varese con 28 punti di scarto, i ragazzi di Federico Barsotti si recheranno Sabato prossimo 28 Ottobre a Pavia, per affrontare alla 20,00 la Winterass Omnia Basket.

La partita si preannuncia difficile e dagli alti contenuti tecnici ed evoca profumi di serie A, a cominciare dal prestigioso impianto in cui andrà in scena: il PalaRavizza è una struttura da 4.000 posti intitolato dal 1992 a Giuliano Ravizza, stilista e imprenditore pavese, patron della “Pellicceria Annabella” che fu lo sponsor della Pallacanestro Pavia a cavallo tra gli anni '80 e '90, quando fu protagonista nei campionati di serie A1 e A2.

L'attuale Winterass Omnia Basket Pavia, neopromossa quest'anno in serie B, è una squadra molto ambiziosa, con un roster costruito con l'intenzione di tornare ai fasti della mitica “Annabella”. Il giocatore più rappresentativo è senz'altro Fabio Di Bella: play classe 1978, pavese di nascita, che è tornato quest'anno nella sua città natale, scendendo di categoria, dopo aver trascorso dieci anni in serie A1, in squadre del calibro di Virtus Bologna, Armani Milano e Juve Caserta, e cinque in A2 (con 48 presenze nella nazionale maggiore italiana e la partecipazione, da protagonista, al mondiale in Giappone nel 2006). Per esperienza e tecnica è senz'altro il perno intorno al quale si è sviluppato il progetto tecnico di questa Omnia Pavia. Oltre a Fabio Di Bella sono stati ingaggiati giocatori di rilievo per la categoria, che ne fanno una delle pretendenti alla promozione in A2: Michele Squeo, classe 1989, centro di 207 cm, sempre in serie B nelle ultime sette stagioni; Alessandro Infanti, classe 1985, guardia, con alle spalle due stagioni di B a Cento e Montichiari, ed una di A2 a Ferrara; Saverio Mazzantini, classe 1995, ala, lo scorso anno Cecina in B e nelle due stagioni precedenti in A2 a Verona e Ferentino; Thomas De Min, classe 1986, ala grande, arrivato da Crema, sempre in serie B nelle ultime sette stagioni; Matteo Samoggia, classe 1990, ala, lo scorso anno a Piacenza ed anche lui veterano della categoria; Davide Manuelli, classe 1994, guardia, come De Min proveniente da Crema in serie B. Tutti elementi di esperienza e affidabilità, che renderanno la gara per l'Etrusca estremamente complicata ma altrettanto stimolante. "Pavia è un avversario che, fino ad adesso, in casa, si è espressa a livelli altissimi, con oltre 90 punti segnati." mette subito in guardia coach Barsotti nella presentazione alla gara "È una squadra veramente esperta, guidata in regia da un giocatore di categoria superiore come Di Bella, e con un quintetto di giocatori di altissimo livello. Hanno grande capacità di gestire i ritmi della gara e, quando riescono a farlo, diventano difficili da arginare. In più giochiamo in un campo ostico, perché Pavia è una città storica del basket, seguita da un pubblico caldo e numeroso. Da parte nostra occorrerà una partita di altissimo livello, con concentrazione e continuità durante tutti e quaranta i minuti di gioco. Abbiamo una squadra lunga e dovremo provare a imporre ritmo alla gara, ma allo stesso tempo non potremo permetterci alcune leggerezze difensive, viste in queste prime gare. È un esame importante per la nostra squadra: sarà necessario che ognuna compia un piccolo passo in avanti per riuscire a competere con questa squadra.".