Serie B - Pavia non si ferma più, coach Baldiraghi: «Una progressione da piani alti»

 di Redazione Pianetabasket.com  articolo letto 148 volte
Fonte: La Provincia Pavese
Serie B - Pavia non si ferma più, coach Baldiraghi: «Una progressione da piani alti»

 

La quinta vittoria consecutiva della Winterass vale il secondo posto in classifica, agganciando Firenze sconfitta da Urania Milano. I pavesi hanno espugnato il campo di Alba con una prova corale in attacco, mentre in difesa hanno lavorato intensamente soltanto a tratti, patendo la grande giornata al tiro di Maino, guardia tascabile con un tiro da tre che spacca. Confermando la tesi che di volta in volta un giocatore è protagonista in attacco, Fabio Di Bella, oltre ad un pregevole 5/8 dal campo, ha infilato 13 liberi senza sbagliare un colpo, anche se tutta la Winterass in attacco ha colpito, 19/32 da 2 punti (59%) e 8/19 da tre (42%), necessari per contrastare un incredibile 45% da tre degli albesi (10/22).

«Alba è una buona squadra, come del resto tutte in questo campionato – commenta coach Massimiliano Baldiraghi – giocare in un campo piccolo, con una illuminazione particolare e con la gente vicino è sempre difficile. In attacco le buone percentuali derivano dal fatto che abbiamo giocato bene e muovendo la palla con attenzione. Spiccano ovviamente i 25 punti di Fabio Di Bella ed i 15 di De Min, ma anche i punti chirurgici che ha messo a referto Infanti quando contava doppio. Devo anche sottolineare la prova di Michele Squeo, che ha messo a referto quasi una doppia doppia, segnando 10 punti con 9 rimbalzi, una presenza pur senza farsi notare»

Coach Baldiraghi ammette che in difesa non tutto ha funzionato sempre alla perfezione.

«Maino è stato bravo, segnando 8/12 da tre punti pur tirando spesso con le mani dei miei difensori in faccia, ma anche l’argentino Boffelli ha fatto il suo, tirando col 67% complessivo. Devo però sottolineare che quando Infanti si è messo di impegno, l’argentino di Alba non ha visto più il canestro, mentre Manuelli è stato quello che meglio ha retto l’impatto con Maino. Noi non abbiamo chiuso la partita solo per merito degli avversari. Sapevo che erano in crescita e l’aggiunta di Maino li ha resi ancora migliori, sul campo di Alba non sarà facile per nessuno vincere, per cui sono due punti guadagnati». 

Pavia ha anche vinto per la seconda volta di fila in trasferta, dimostrando di potersela oramai giocare tanto in casa quanto fuori.

«Quinta vittoria consecutiva – sorride Baldiraghi – solo il nostro general manager Gianmarco Bianchi credeva che saremmo riusciti ad ottenere questa serie che ci proietta nelle zone alte della classifica. Noi ci siamo allenati tutti duramente e il lavoro paga. Il nostro obiettivo resta quello di entrare nei play off e cercare di allungare il più possibile il vantaggio sulla nona posizione, la prima esclusa dalla seconda fase». 

Baldiraghi, approfittando del fatto di aver giocato in anticipo il sabato sera, ha concesso due giorni di riposo alla sua truppa, che si ritroverà solo oggi pomeriggio per iniziare la settimana che porta al big match di domenica prossima, quando in via Treves scenderà l’Urania Milano, che con Omegna è la grande favorita per la promozione in serie A2. 

Maurizio Scorbati