Serie B - Pavia, la rabbia di coach Baldiraghi

«Contro Varese non pensavo avremmo giocato così male, siamo indifendibili. Devo parlare con la società»
19.12.2017 20:04 di Redazione Pianetabasket.com  articolo letto 204 volte
Fonte: La Provincia Pavese
Serie B - Pavia, la rabbia di coach Baldiraghi

Una partita per rialzare la testa, per tornare a lavorare con serenità nelle vacanze natalizie e preparare la seconda parte di stagione. La Winterass sta preparando la sfida casalinga di sabato (palla a due ore 20.30) al PalaRavizza con Oleggio, ultima del girone di andata, ma nella testa e negli occhi rimane la brutta sconfitta rimediata sabato a Varese. 

Guardando le statistiche si potrebbe anche pensare che Pavia è stata sfortunata per aver perso per la seconda volta dopo un supplementare, ma se con la Sangiorgese si è imprecato per un libero sbagliato di Samoggia a due secondi dalla fine dopo una partita in rimonta, stavolta non è così. La partita di Varese ha una storia diversa.

Sono i numeri a inchiodare la Winterass, che ha giocato bene solamente il secondo quarto e la parte finale dell’ultimo, quando ha dato a vedere che se avesse avuto maggiore continuità avrebbe espugnato il Campus. Complessivamente Pavia ha tirato col 31%, il 24% da tre punti (6/25) con i picchi negativi di Mazzantini (0/4 forse la più brutta partita di questo avvio di stagione) e Di Bella (1/8), insieme allo 0/4 di De Min e Samoggia (anche lui ai minimi storici, visto anche lo 0/4 da 2 punti). Neppure dalla linea della carità i pavesi sono stati precisi, 19/27, 70%, forse la più bassa dell’anno.

«Non andiamo da nessuna parte se Mazzantini, Samoggia e De Min tirano 1/15 dal campo – attacca amareggiato coach Baldiraghi – della difesa sono contento perché abbiamo contenuto Varese a 56 punti nei tempi regolamentari, ma se non riusciamo a segnare non possiamo vincere.

Abbiamo attaccato malissimo, non abbiamo mai fatto canestro. Abbiamo mosso male la palla, contrariamente al piano partita. 

Nell’ultimo quarto della sconfitta con Omegna ci siamo passati poco e male la palla, così abbiamo lavorato in settimana su questo particolare del gioco e ce lo siamo ripetuto sempre, compresa nella riunione pre-partita di Varese, poi però lo abbiamo fatto male». Se si aggiunge che Samoggia e De Min sono stati in campo complessivamente 28’ e hanno segnato 6 punti in due, ecco che diventa tutto più difficile. 

«Non pensavo che avremmo giocato così male – sottolinea l’allenatore pavese – da come abbiamo reagito alla sconfitta con Omegna e da come ci siamo allenati mi aspettavo una partita diversa. Varese ha giocato bene, recuperando Bloise, segnando nei momenti importanti, mentre noi nel supplementare abbiamo gettato al vento due palloni decisivi stupidamente. Abbiamo pagato troppo anche a rimbalzo». 

Il coach pavese è ancora arrabbiato per come sono andate le cose sabato contro Varese: «Certo, perché ho sempre difeso la squadra e i singoli e adesso per la prima volta faccio fatica». L’allenatore precisa il concetto: «Infanti ha fatto il suo, Di Bella un po’ al di sotto del suo standard, ma non può fare sempre il boia e l’impiccato e Manuelli è stato attento e preciso, ma anche gli altri devono dare qualcosa. Siamo indifendibili, parlerò con la società perché così diventa tutto più difficile». 

Maurizio Scorbati