Serie B - Pavia, coach Baldiraghi difende De Min dalle critiche

 di Redazione Pianetabasket.com  articolo letto 186 volte
Fonte: La Provincia Pavese
Serie B - Pavia, coach Baldiraghi difende De Min dalle critiche

La Winterass mantiene l’inviolabilità del PalaRavizza battendo Livorno segnando oltre 90 punti. Vittoria che fan morale in vista dell’incontro di sabato (palla a due ore 20.30) con San Miniato ancora in via Treves. Massimiliano Baldiraghi ha  parlato della partita di domenica scorsa. «Dopo i 52 punti di Firenze in casa ne abbiamo segnati quasi il doppio – ha detto il coach pavese – abbiamo compiuto un passo avanti importante. E’ indubbio che sinora al PalaRavizza ci esprimiamo in un modo e in trasferta in un altro, pensiamo a battere San Miniato ancora in via Treves ma poi dobbiamo essere altrettanto incisivi in trasferta».

Baldiraghi non è completamente soddisfatto della prova difensiva. «Abbiamo commesso qualche errore di troppo – sottolinea l’allenatore della Winterass – quando abbiamo fatto il break decisivo però siamo stati sul pezzo con grande attenzione e ci siamo costruiti tante azioni di contropiede e la partita si è chiusa». Livorno si è battuta bene confermando di non meritarsi lo zero punti in classifica. «Vero – concorda il coach pavese – senza un lungo di ruolo ci hanno messo in difficoltà giocando con quattro piccoli, costringendo Samoggia e De Min a difendere sugli esterni. Ad un certo punto mi sono adattato a giocare anch’io con quattro esterni e abbiamo chiuso il match». In una partita condotta sempre in testa e vinta senza patemi, sono state evidenti le difficoltà che in questo momento sta attraversando De Min. Le cronache dicono che quando è uscito per cinque falli siano piovute critiche e qualche fischio dai tifosi pavesi sul lungo della Winterass.

«Francamente dalla panchina io fischi non ne ho sentiti – risponde Baldiraghi – nel momento in cui Tomas è uscito per cinque falli ho sentito invece applausi di incoraggiamento dei tifosi pavesi, che hanno capito il momento difficile che sta attraversando. Il pubblico del PalaRavizza è esigente ma anche di cuore ed ha compreso le difficoltà che De Min ha. Il mio giocatore non ha segnato pur con tiri ben costruiti, mentre in difesa ha sofferto il fatto di dover lavorare su un giocatore che era in pratica un playmaker, perché si è dovuto occupare di Pastori. La cosa non è per lui usuale e ha pagato andando in difficoltà. Io però non sono preoccupato perché conosco bene De Min e sono certo che quando la squadraavrà bisogno lui risponderà presente. Deve riprendersi fisicamente perché sembrerà assurdo ma aver perso due o tre settimane di precampionato per uno con il suo fisico è deleterio. Ora sta lavorando anche dal punto di vista atletico per migliorare».

Maurizio Scorbati