Serie B - Pallacanestro Crema in casa della Virtus Padova

 di Redazione Pianetabasket.com  articolo letto 87 volte
Serie B - Pallacanestro Crema in casa della Virtus Padova

Non si sono ancora spenti gli echi della battaglia del PalaCremonesi che ha consentito, dopo due tiratissimi tempi supplementari, di battere finalmente sul campo amico il tabù Lecco che è già tempo di scendere nuovamente in campo. Non sarà una trasferta facile per la Pallacanestro Crema quella di domenica prossima a Padova, opposta ai locali che occupano l'ottava posizione in classifica, l'ultima che dà diritto alla fase più nobile della post-season.   Facile immaginare come la formazione veneta non abbia nessuna voglia di perdere punti preziosissimi, in particolare sul parquet amico e sia stata anche per questo attivissima nel mercato di gennaio. Avversaria molto pericolosa in casa, dove ha conquistato otto delle nove vittorie stagionali, la Virtus Padova paga dazio nelle gare esterne, dove ha vinto solo all’esordio in quel di Palermo.   Padova è stata con Palermo, curiosamente prossima avversaria dei nostri nel turno infrasettimanale, la formazione più attiva sul mercato invernale, che ha portato nuova e giovane linfa alla corte di coach Rubini. Proprio i giovanissimi hanno trainato la Virtus nelle ultime settimane, in particolare il nazionale under 18 Miaschi, che ha sfruttato il maggior minutaggio avuto a causa degli infortuni di Lazzaro e Canelo, i due migliori marcatori della formazione patavina. Out il lungo Lazzaro, è invece atteso contro i nostri il rientro dell'esterno di origine dominicana, a riformare con il playmaker Piazza, metronomo e leader della squadra, un coppia di tutto rispetto. Detto di Miaschi, primo "millenial" a segno in serie A con la Reyer Venezia, il mercato invernale ha portato un altro nazionale giovanile in doppio tesseramento con Treviso, la guardia di 1,99 m De Zerbi, già nello starting five domenica scorsa. Un reparto lunghi già fortissimo con il poderoso centro Nobile ed il rimbalzista Crosato è stato ulteriormente potenziato con l'innesto del giovane Maresca, in uscita da Piacenza e già campione nazionale giovanile con Cantù, con la quale ha anche esordito nella massima serie. Il playmaker Calzavara e le ali Buia e Schiavon completano una formazione profonda e di alto livello, con almeno 10 effettivi in grado di ben tenere il campo. In campo cremasco dovrebbe essere pienamente recuperato Amanti e si conta sul recupero di condizione di Peroni, tornato in campo contro Lecco, con coach Salieri che dovrebbe avere da domenica un po' più di respiro nelle rotazioni della propria squadra. Proprio l'allenatore dei rosanero ci presenta l'incontro di domenica:"Affrontiamo una squadra molto fisica che in casa si esalta e che proprio sul percorso casalingo ha costruito la propria classifica. Giochiamo su un campo difficile e fondamentale sarà il nostro atteggiamento. Padova ha una coppia di giovani da sogno e di grande prospettiva come Miaschi e De Zardo che uniscono grande atletismo a un talento indiscutibile. Sotto canestro poi hanno stazza ed esperienza da vendere. Sarà una partita molto impegnativa dove non dovremo sbagliare mentalità e avere un approccio difensivo importante. Ci sarà da lottare e soffrire tanto a rimbalzo dove loro sono superiori e dovremo essere bravi a limitare il contropiede di Padova gestendo noi il ritmo partita con estrema attenzione. Amanti sarà della partita così come Peroni che sta pian piano recuperando la condizione perduta per la lunga assenza."