Serie B - L'arrivo in volata premia Recanati sul Campli Basket

 di Redazione Pianetabasket.com  articolo letto 78 volte
Serie B - L'arrivo in volata premia Recanati sul Campli Basket

La Globo Campli non ce la fa in volata ad espugnare il campo dell’attrezzata Recanati di coach Coen. Come l’ultima trasferta marchigiana la sintesi è tutta negli ultimi 60 secondi in cui i farnesi si trovano a un passo dal paradiso. Battute finale del match i recanatesi avanti di 2 lunghezze 75-73 sbaglaino il possesso decisivo, time out di coach Millina per guadagnare la rimessa in zona di attacco. Ecco il jolly fallo su Angelucci 2 tiri liberi, il bianco/rosso li sbaglia entrambi ma cattura il rimbalzo in attacco, ricomincia il gioco sfondo in attacco per Gianluca di Carmine a 6 secondi dalla fine. Recanati in possesso palla Serafini fa fallo su Guarino per bloccare il cronometro e manda in lunetta l’esterno giallo/blu 2 punti e partita chiusa per i padroni di casa. Campli l’aveva quasi portata a casa, ma gli dei del basket sono sempre un po’ bastardi in fondo.
Match ad altro tasso adrenalinico fin dalle prime battutte, partenza forte per la truppa di coach Millina che infila un 9-15 di parziale ad appena 5 minuti di gioco della partita. Time out di coach Coen Recanati si sveglia prima con Gurini poi con Di Viccaro la sirena del primo quarto dice 18-18. Con Bolletta e Di Carmine sugli scudi e una buona fase difensiva. Inizio secondo quarto che delinea apertamnete l’andamento del match le squadre si rispondo colpo su al vantaggio dell’altra arria sempre un mini break della concorrente. Sul metà quarto Recanati cerca un piccolo allungo con Pierini e il solito Gurini +6 per i padroni di casa che sembrano vogliano affondare il colpo. Ma la truppa di capitan Petrucci è lontana da volerla mollare con Contagalli partito come un diesel e il concreto Di Carmine mettono la testa fuori sulla sirena dell’intervallo 39-41. Partita equilibrata e nervosa basti vedere le percentuali da fuori delle due squadre, soprattutto Campli nettamente al disotto della media stagionale.
Rientrati sul campo la musica non cambia match giocato su ogni singolo possesso, secondo, spallata sotto canestro e urla dalle panchine. Il terzo quarto va via con su un parziale di 17-13 dove Reacanati prende un piccolo margine, complice ancheil fatto del carico di falli abnorme per il roster farnese basti pensare che sul finire del terzo quarto Burini e Bolletta sono a 4 falli personali.
Appunto i falli pronti partenza via, Campli ricucendo ancora lo strappo perde consecutivamnete il play perugino e e l’esterno Bolletta che era letteralmente in serata quest’oggi. La truppa della Globo Campli non la da su, anzi morde i talloni ai padroni di casa fin dentro l’ultima sirena quando a 40 secondi si decide tutto il match. Due punti a Recanati, ma la convinzione che comonciano a mature gli occhi della tigre nella compagine farnese. Poi chi si ferma è perduto domenica 5 novembre è già tempo di una nuova sfida al PalaBorgognoni contro la Malloni Porto Sant’Elpidio.

 

Basket Recanati - Globo Campli 76-73 (18-18, 21-23, 17-13, 20-19)

Basket Recanati: Giacomo Gurini 23 (5/9, 2/12), Attilio Pierini 17 (5/8, 1/3), Vincenzo Di viccaro 11 (1/3, 3/7), Francesco Guarino 8 (0/2, 1/2), Yande Fall 7 (2/3, 0/0), Giorgio Broglia 7 (2/3, 0/1), Andrea Gurini 3 (0/3, 1/2), Davide Raponi 0 (0/0, 0/0), Riccardo Cuccoli 0 (0/0, 0/0), Dalibor Vidakovic 0 (0/0, 0/0), Cristian Cingolani 0 (0/0, 0/0), Vasco Pesce 0 (0/0, 0/0)

Tiri liberi: 22 / 29 - Rimbalzi: 28 10 + 18 (Giacomo Gurini 10) - Assist: 25 (Francesco Guarino 7)

Globo Campli : Gianluca Di carmine 16 (3/9, 1/1), Gianni Cantagalli 14 (3/4, 1/7), Luca Bolletta 14 (3/4, 2/5), Alberto Serafini 9 (3/5, 0/1), Riziero Ponziani 8 (4/6, 0/0), Simone Angelucci 6 (1/3, 1/5), Federico Burini 4 (2/3, 0/3), David Petrucci 2 (0/0, 0/0), Valerio Miglio 0 (0/1, 0/5), Riccardo Ballabio 0 (0/0, 0/1), Pancrazio Alleva 0 (0/0, 0/0), Matteo Converso 0 (0/0, 0/0)

Tiri liberi: 20 / 25 - Rimbalzi: 38 16 + 22 (Gianluca Di carmine 9) - Assist: 14 (Gianluca Di carmine, Luca Bolletta, Federico Burini 3)