Serie B - Fiorentina sabato in campo a Milano contro Urania

 di Redazione Pianetabasket.com  articolo letto 130 volte
Serie B - Fiorentina sabato in campo a Milano contro Urania

Fiorentina in campo sabato alle 20.45 a Milano, nella difficile trasferta contro Urania. “È una partita particolarmente dura – commenta Andrea Niccolai - giochiamo con una squadra costruita per vincere il campionato; vengono da sei vittorie consecutive ed insieme a Omegna e Pavia sono veramente le corazzate di questo girone. È sempre difficile imporre il proprio gioco fuori casa, però noi vogliamo sempre sviluppare la nostra pallacanestro e provare a giocarcela con le più forti anche in trasferta".

Anche la squadra viola sta vivendo una stagione positiva e arriva a questa gara con tre vittorie consecutive delle sei conquistate in campionato. “Siamo una squadra che ha buone potenzialità – aggiunge Niccolai - ma penso che dobbiamo ancora lavorare molto per migliorare ed eliminare certi difetti. Siamo partiti con l'idea di raggiungere i playoff e vogliamo arrivarci nella maniera più competitiva possibile. Non ci sentiamo grandi, sappiamo che siamo all'inizio del nostro percorso pluriennale, arriveranno momenti difficili e tutti dovremo essere bravi a superarli per crescere".

“Sabato con Urania sarà una gara molto ruvida – conclude il coach della Fiorentina – è una squadra con tanti veterani, tanti giocatori esperti di questo campionato. Sanno giocare usando il fisico e mi aspetto una partita con punteggi bassi più che una gara in cui prevale l'aspetto offensivo. Tra le loro fila c'è Laudoni, un grande attaccante, quello che sta facendo meglio a livello statistico. C'è Santolamazza che è un giocatore che ha una lunga carriera in categorie superiori, un playmaker molto alto e particolarmente difficile da marcare. Negri è uno dei migliori tiratori della categoria come Eliantonio, lungo con tanti punti nelle mani e pericolosissimo da tre. È una squadra difficile, non per niente dopo la sconfitta all'esordio non hanno più perso, ma noi vogliamo provare a interrompere la loro striscia vincente".