Serie B - Al Palascapriano derby abruzzese tra Teramo e Pescara

 di Redazione Pianetabasket.com  articolo letto 100 volte
Serie B - Al Palascapriano derby abruzzese tra Teramo e Pescara

Giovedì 2 novembre si svolgerà al Pala Scapriano, con palla a due alle ore 20.30, il derby tra il Teramo Basket 1960 e l’Amatori Basket Pescara. Si preannuncia una sfida bellissima, sia a livello agonistico che a livello tecnico, con entrambe le squadre pronte a darsi battaglia, sportivamente parlando. La posta in palio per i ragazzi di coach Piero Bianchi è molto invitante perché vincendo staccherebbero i pescaresi di quattro lunghezze in classifica. Tutti i giocatori si sono allenati nel modo giusto e sono pronti per questa sfida.

Analizzando l’avversario, Pescara viene da due stagioni molto positive. Due anni fa ha perso la finale per le Final Four contro Montegranaro mentre l’anno scorso ha perso in semifinale sempre contro i gialloneri. La prima cosa che balza all’occhio è che Stefano Rajola, appese le scarpe al chiodo dopo tante battaglie in veste di capitano, ha assunto il ruolo di head coach.

La squadra è stata abbastanza stravolta: Pepe, loro miglior marcatore, è andato in Serie A2 ad Agrigento e al suo posto, nello spot di playmaker, i pescaresi hanno preso Caverni, classe ’96, uno dei giovani più interessanti e promettenti del campionato. In posizione di guardia troviamo Leonzio, scuola Stella Azzurra Roma, l’anno scorso in forza a Piacenza. L’ala piccola è Bedetti (miglior marcatore fin qui dell’Amatori con 14.2 punti di media), ottimo giocatore anche in fase difensiva. Il quattro è Drigo, uno nomi più cercati nel mercato estivo da parte delle squadre di prima fascia. È un’ala grande molto versatile, con un ottimo tiro da fuori, che viaggia a 12.2 punti di media e 5.2 rimbalzi. Chiude lo starting five Capitanelli, lungo mancino di 2.08 metri, ottimo stoppatore e buon difensore con qualche movimento offensivo in post basso.

Per quanto riguarda la panchina, vista l’assenza di Grosso sta avendo tanti minuti il cambio del playmaker D’Eustachio, giocatore scuola Roseto “tascabile” di 1.75 metri con tanta personalità. Bini darà riposo ai lunghi, un 4/5 con un buon tiro da fuori.

Dovendo fare una sorta di ranking del Girone C, Pescara rientra tranquillamente nelle prime cinque formazioni. Squadra molto forte, costruita per vincere, sta vivendo però un inizio di stagione altalenante avendo sempre perso in casa e sempre vinto fuori dalle mura amiche. Arbitreranno l’incontro i signori Lorenzo Bianchi di Rimini e Fabio Bonotto di Ravenna.