Serie B - Al Flaminio di Rimini arriva la Rekico Faenza

 di Redazione Pianetabasket.com  articolo letto 78 volte
Serie B - Al Flaminio di Rimini arriva la Rekico Faenza

Lasciatasi alle spalle la grande rimonta con Piacenza, la Rekico si rituffa nel campionato. Mercoledì 7 febbraio alle 20.30 i faentini saranno di scena al Flaminio di Rimini, ospiti dei cugini della NTS Informatica, squadra in corsa per i play off che sta avendo un ottimo rendimento soprattutto davanti al pubblico amico. Per i Raggisolaris sarà un derby da non fallire per mantenere il quarto posto in vista dello scontro diretto casalingo di domenica con la Gimar Lecco. Ancora una volta è previsto un esodo di massa da Faenza, perché i tifosi non vogliono assolutamente perdere l’occasione di godersi dagli spalti un match così importante.

 

L’AVVERSARIO La NTS Informatica non è neanche lontana parente della squadra che lo scorso 1 novembre perse 59-91 al PalaCattani un match senza storia. Ora i riminesi hanno trovato le giuste alchimie, merito dell’allenatore Andrea Maghelli che ha mostrato anche in questa stagione di saper lavorare benissimo con i giovani. I Crabs sono a due punti dai play off e occupano il nono posto con 18 punti, molti dei quali conquistati al Flaminio dove hanno vinto sette delle nove gare disputate. Sul campo riminese sono cadute Piacenza, Vicenza, Tigers Forlì e Lecco, presentatasi però con l’Under 20 per problemi di tesseramento dei senior. Rispetto alla gara d’andata nel roster di Maghelli c’è la guardia 21enne Matteo Caroli, entrato subito nei meccanismi della squadra come dimostrano i 9.4 punti di media. Il miglior realizzatore dei riminesi è Joel Myers (classe ‘95) con 10.6 punti di media, seguito dal pivot Francesco Foiera, che nonostante i 42 anni viaggia a 10.4 punti, facendo ancora la differenza. Buoni realizzatori sono anche il playmaker 21enne Paolo Busetto (10 punti) e l’ala Giacomo Signorini, classe 1998, gioiellino del settore giovanile riminese. Andrea Sipala (nato nel 1995) è l’ultimo dei cinque senior di un roster che annovera molti giovani talentuosi come il centro Edoardo Tiberti (’97), la guardia Luca Toniato (’98), messisi in luce con buone prestazioni. I Crabs sono una delle squadre con l’età media più bassa nel girone e puntano a vincere per il secondo anno consecutivo il premio riguardante l’impiego degli under.

 

IL PREPARTITA – “Vittorie come quella contro Piacenza ha dell’incredibile – spiega la guarda Marco Perin, ex di turno insieme a Lorenzo Brighi – e si può ottenere soltanto con il carattere. Sono orgoglioso di far parte di questo gruppo che sta riuscendo a vincere partite grazie all’affiatamento e alla voglia di non mollare mai. Risalire dal -24 privi di un elemento importante come Iattoni non era semplice, perché senza di lui avevamo meno equilibrio nel quintetto, ma nonostante questo ci abbiamo sempre creduto e abbiamo compiuto una grande rimonta.

 

Ora ci concentriamo su Rimini, squadra che non bisogna sottovalutare come dimostra l’ottimo percorso casalingo e la classifica. Ha un organico con tanti giocatori di talento come Myers, Caroli e Foiera e giovani di valore che sanno mettere in difficoltà chiunque con il loro gioco. Inoltre i Crabs vorranno riscattare la pesante sconfitta dell’andata e saranno ancora più motivati. Dovremo giocare con grande determinazione e lucidità e soprattutto non sentirci appagati dalla vittoria con Piacenza. Mi farà piacere ritornare al Flaminio ad affrontare Rimini, squadra in cui ho militato nella stagione 2014/15, tappa importante per la mia crescita. Non è stata una stagione semplice soprattutto nei primi mesi, ma alla fine siamo riusciti a salvarci senza bisogno dei play out, raggiugendo il nostro obiettivo”.