LIVE: A2 Tezenis d'orgoglio, rimonta e ferma la striscia della De Longhi

25.02.2018 20:03 di Lorenzo Belli  articolo letto 1270 volte
Jones
Jones

La Tezenis si conferma una guastafeste, dopo aver fermato a 9 la striscia iniziale di Trieste impone pure a Treviso uno stop dopo la lunga cavalcata che ha permesso alla De Longhi di risalire prepotentemente in graduatoria; dopo un 25' in controllo con vantaggi anche in doppia cifra Treviso subisce - in concomitanza dei problemi di falli di Fantinelli - la reazione della Tezenis che con ardore ed orgoglio rimonta e poi faticosamente resiste agli assalti conclusivi ospiti che si infrangono sul ferro mentre suona la sirena finale.

 

LA CRONACA LIVE: Il big match della giornata va in scena all'AGSM Forum di Verona dove la locale Tezenis ospita la lanciatissima De Longhi Treviso in un derby regionale di alto profilo; per la squadra di Dalmonte una ghiotta occasione di riscatto dopo lo sfortunato ko al supplementare di Udine. Per i ragazzi di Pillastrini c'è la possibilità di centrare la decima vittoria in fila e mantenere la pressione alta sulle due battistrada Fortitudo e Trieste

 

Quintetti composti da Fantinelli, Imbro', Musso, Lombardi e Brown per gli ospiti, Greene, Palermo, Jones, Udom e Poletti per i gialloblu

Alti ritmi in avvio con Brown e Imbro' a far male ad una distratta difesa veronese (6-13), le triple di Jones danno ossigeno ai padroni di casa che rientrano rapidamente in scia e poi sorpassano con la terza conclusione pesante della loro ala americana (16-15); girandola di cambi sul fine del periodo con la De Longhi che sempre sulle ali della coppia Imbro' e Brown chiude avanti 21-24

Sempre avanti di un giro Treviso in una frazione che si apre con numerosi errori, Fantinelli e Amato da oltre l'arco provano ad animare la contesa (28-30), Greene è perfettamente chiuso dalla aggressiva difesa trevigiana ed Antonutti prova ad ampiare la distanza (28-36). Totè e Greene trovano la via del canestro, una tripla di Imbro' permette comunque alla De Longhi di entrare negli spogliatoi avanti per 38-42 in una gara equilibrata che non sta deludendo le attese 

Jones a quota 11 è il top scorer dei padroni di casa, Imbro' a 13 e Brown (11 e 4 rimbalzi) i migliori per la compagine ospite

Al rientro sul parquet le squadre presentano i medesimi quintetti di inizio gara, Fantinelli, Musso e Brown per il 0-8 che regala il nuovo massimo vantaggio (38-50) che obbliga Dalmonte al time out dopo nemmeno 2' del terzo periodo. Udom prova a suonare la carica ma Brown domina a rimbalzo d'attacco e mantiene le distanze colpendo a ripetizione (43-56)  Il clima si surriscalda, tecnico ad Udom che poi si riscatta colpendo dai 6,75 e la Tezenis prova con orgoglio a risalire la china (49-57) obbligando Pillastrini a parlarci sopra; il minuto di sospensione non aiuta: palla persa e gioco da 4 per Jones con Verona ufficialmente in scia (53-57). Il bombardamento gialloblu esalta le tribune dell'AGSM Forum con Udom e Greene che griffano il sorpasso, al 30' è 61-60 per una Tezenis in grado di prendersi con autorità l'inerzia

Greene e Amato e Verona prova addirittura a scappare (66-60), senza Fantinelli - in panchina con 4 penalità - la De Longhi si è completamente smarrita pagando una serata nulla di Swann; altro time out ospite per provare a riordinare le idee da parte di Treviso, le difese si registrano meglio e quando si entea negli ultimi 5 di lancette è 68-62

Jones in penetrazione ne mette 8 di differenza, Musso, Greene ed Antonutti: pioggia di triple a Verona (73-68 -2'23"). Ancora Greene che forza e trova un canestro pesantissimo quando si entra negli ultimi due minuti, Antonutti dalla lunetta tiene in vita gli ospiti (76-72 -1'08"); Verona spreca il colpo del ko e Musso dalla lunetta trova 3 (76-75 -27")

Udom a 22" è glaciale dalla lunetta, Antonutti prima e Swann sulla sirena falliscono il tiro del pareggio e può esplodere la gioia dei veronesi: la Tezenis si impone per 78-75 sulla De Longhi Treviso mettendo fine alla lunga striscia di vittorie ospiti