La Givova Scafati aspetta Siena al palaMangano

 di Carmine Sorrentino  articolo letto 331 volte
Il capitano CROW
Il capitano CROW

Dopo tre vittorie consecutive di cui le ultime due nella capitale, la Givova Scafati torna al palaMangano e ritrova uno dei protagonisti del suo passato più recente, Giulio Griccioli con il suo grande amore, Siena.

L'allenatore fiorentino, crescuto professionalmente a Siena, è stato all'ombra del Vesuvio per due anni ottenendo subito ottimi risultati ( ha vinto il il titolo di allenatore dell'anno in serie A2 nella stagione 2010/2011) e rimanendo sempre nel cuore dei tifosi scafatesi.

Quest'anno è riuscito a vincere 2 delle 4 gare in programma e viene a Scafati per tentare lo "sgambetto" alla sua ex squadra.

Dal canto suo la Givova Scafati, dopo la brutta sconfitta a Rieti nella gara d'esordio, ha ingranato le marce alte ed ha conquistato ben 3 vittorie consecutive conquistando la seconda piazza in coabitazione con Agrigento, Legnano e Tortona alle spalle della capoclassifica Casale (altra ex squadra di Griccioli).

Sia Scafati ( con i suoi 83 punti a gara) che Siena ( con i suoi 82 punti a gara) sono compagini che puntano forte sull'attacco mentre Siena, contrariamente agli scafatesi, subisce un pò troppo in difesa ( 81 punti contro i 75 subiti dagli scafatesi).

Le due compagini puntano tantissimo sulle loro coppie di americani: Ebanks ( 26,5 punti a gara) e Turner realizzano più della metà del totale dei punti segnati ( 41,8 sugli 82 totali ) mentre Miles e Sherrod ci vanno molto vicino ( 41,2 sugli 83 totali ). Le squadre giocano un bel basket veloce ( che spiega i tanti punti segnati) solo che Scafati, seguendo alla lettera il credo di coach Perdichizzi, si applica molto di più in difesa.

Alla fine la differenza potrebbero farla proprio gli "indigeni" che formano un gruppo di sicuro valore. Tra gli scafatesi su tutti spiccano capitan Crow e "Maciste" Santiangeli mentre tra i senesi Saccaggi, Sandri e Casella sono quelli che comandano l'arrembaggio. Solo il campo ci dirà chi avrà ragione.

A noi non resta altro che passare ai commenti dei protagonisti.

Lasciamo quindi la parola all'assistente allenatore degli scafatesi, Alessandro Marzullo: < Siamo contenti di aver fatto bottino pieno nelle precedenti due trasferte ed ora ci attende un ritorno al PalaMangano difficile, contro una squadra che finora ha vinto solo in casa, ma che ha gerarchie molto chiare: gli americani prendono le iniziative, mentre gli italiani, anche di comprovata esperienza ed affidabilità, come Saccaggi, Casella e Sandri, sfruttano gli spazi concessi dalla difesa per contenere Turner ed Ebanks, due atleti ottimi per la categoria, dotati di parecchi punti nelle mani. Inoltre, Siena dispone di un ottimo pacchetto giovani, come Masciarelli, Simonovic e Vildera. Nel complesso, ci troveremo di fronte una squadra insidiosa, che può fare molto bene in questa stagione. Dovremo avere un approccio duro e determinato con la sfida, facendo leva sul lavoro svolto in settimana, con la voglia di collaborare in difesa e di gestire i ritmi in attacco, per sfruttare al massimo il nostro talento ed il calore del nostro pubblico >.

Il grande ex, Giulio Griccioli, ci dice la sua sulla squadra e sulla gara: < La Givova di oggi di talento ne ha molto: è una squadra che gioca una pallacanestro veloce anche a metà campo, ha le idee chiare e la licenza di liberare il talento dei singoli. In queste prime partite di campionato è già riuscita a fare una partita da più di 100 punti realizzati contro Cagliari, di vincere un match ad alto punteggio a Roma contro la Virtus e di vincerne un altro sempre nella Capitale a basso punteggio contro la Leonis Eurobasket. Una squadra dunque che per esperienza dei giocatori e conferme ha una sua identità ed è brava ad adattarsi all’avversario. Scafati ha un roster lungo e completo. I due americani sono Sherrod, giocatore di grande mobilità molto pericoloso a rimbalzo e nelle situazioni di pick and roll. Miles, l’altro straniero, è un realizzatore molto rapido e di grande esperienza visti i suoi trascorsi anche in Europa. Altri elementi importanti sono l’ex capitano della Mens Sana Alex Ranuzzi e Crow che gioca anche da numero 4. Hanno punti nelle mani anche Santiangeli e Spizzichini, che l’anno scorso ha giocato nella Virtus Bologna promossa poi in serie A, e due anni fa era a Scafati a giocarsi ancora la promozione. Dal punto di vista tecnico e mentale sarà un impegno importante: nel nostro percorso di crescita è un altro banco di prova significativo. Dovremo essere bravi a non far accendere la Givova e il pubblico e a giocare una partita il più concreta possibile >.

Ex in campo: ce ne sono ben 4 equamente distribuiti. Tra le fila dei padroni di casa c'è l'ex capitano di Siena, Alex Ranuzzi e Marco Ammannato mentre tra gli ospiti c'è l'allenatore Giulio Griccioli e il lungo Lestini.

Infermeria: manca solo lo sfortunatissimo Cappelletti, operato venerdì scorso, per il resto tutti abili ed arruolati.

Media ed iniziative – La partita sarà trasmessa, oltre che in diretta video streaming dal sito internet della Lega Nazionale Pallacanestro (tramite il servizio “LNP TV Pass”), anche in diretta radiofonica sui 92,50 Mhz di Radio Sant’Anna (media partner della Givova Scafati) e in streaming da Radio Paradiso sul sito internet www.radioparadiso.it.

Inoltre, sarà possibile assistere al video della gara in differita su TV Oggi ( canale 71 del digitale terrestre) nei giorni di lunedì ( ore 15:00) e martedì (ore 21:00) .

Arbitreranno i signori: Francesco Terranova di Ferrara, Stefano Wassermann di Trieste e Maria Eugenio Martellosio di Buccinasco (Mi).

Le formazioni in campo:

GIVOVA SCAFATI BASKET: Miles, Crow, Trapani, Spizzichini, Romeo, Melillo, Ranuzzi, Ammannato, Antonaci, Pipitone, Sherrod, Santiangeli. All. Giovanni Perdichizzi

SOUNDREEF SIENA: Masciarelli, Ebanks, Casella, Cepic, Borsato, Vildera, Simonovic, Sandri, Saccaggi, Ceccarelli, Turner. All. Giulio Griccioli