A2 - Una buona Assigeco cade a Mantova

 di Redazione Pianetabasket.com  articolo letto 187 volte
A2 - Una buona Assigeco cade a Mantova

Al PalaBam di Mantova arriva un’Assigeco Piacenza ringalluzzita dalla bella vittoria contro l’Alma Trieste ma che ha dovuto fare i conti in settimana con il pesante addio di Bobby Jones costretto a rescindere il proprio contratto per fare ritorno negli USA per un grave problema familiare. I padroni di casa della Dinamica Generale, invece, sono reduci dalla sconfitta di Roseto nell’ultima giornata e sono decisi a difendere l’ottavo posto (ultimo disponibile per la qualificazione ai playoff) in graduatoria (in coabitazione con Verona) dall’attacco proprio dell’Assigeco distanti soli 4 punti.

Parziale di 9-2 per Mantova per iniziare la partita con 5 punti di Corbett. Piacenza non si scompone troppo e si riporta subito a contatto guidata dalle triple di Hasbrouck e Raspino. Nel mezzo il fallo antisportivo subito da De Nicolao e l’Assigeco trova il primo vantaggio della partita al 6’ grazie al bel movimento in post basso di Dincic (14-15).
Piacenza subisce forse un po’ troppo nella sfida a rimbalzo (13-6 il computo in favore di Mantova) ma trova delle percentuali stellari al tiro (5/8 da due e 5/7 da tre), con un Formenti da 8 punti in neanche 3 minuti uscendo dalla panchina. Il primo quarto vede i biancorossoblu in vantaggio 23-29.

Ad inizio secondo quarto si rifanno sotto gli Stings arrivando ad impattare la partita a quota 31 grazie ai liberi di Vencato. Dall’altra parte è pronta la risposta degli ispirati Formenti (14 punti)  e Raspino (13 punti) per il nuovo vantaggio Assigeco sul 35-39 al 16’. L’ingresso dalla panchina di Casella (10 punti) dà nuovo ossigeno all’attacco mantovano con la Dinamica Generale che si riporta a +6 al 18’ (45-39). Distanza che viene mantenuta sino all’intervallo lungo: 50-44 per gli Stings.

Al rientro dagli spogliatoi Mantova prova ad allungare portandosi sul nuovo massimo vantaggio: +10 (54-44 al 22’). Hasbrouck tiene in vita Piacenza con 5 punti consecutivi, Borsato serve un’assist d’oro a Formenti e l’Assigeco torna nuovamente a -5. Seguono diversi minuti in cui le due squadre faticano tremendamente a trovare la via del canestro con il punteggio cristallizzato sul 56-51 in favore di Mantova. Giacchetti sblocca la situazione con 5 punti consecutivi per riportare i suoi sulla doppia cifra di vantaggio (61-51 al 28’). Vencato in chiusura di frazione firma il +12 con un appoggio da sotto: 68-56.

L’accoppiata Raspino-Formenti fa di tutto per tenere a contatto l’Assigeco ma lo scatenato Casella (18 punti) infila due canestri sanguinosi che fanno volare gli Stings a +14 (79-65) al 33’. La partita, sostanzialmente, si chiude qui, con Piacenza incapace di ricucire il pesante gap e con gli ultimi minuti che servono solo per arrotondare le statistiche da una parte e dall’altra. Finisce 96-80 per gli Stings Mantova. All’Assigeco non basta il miglior Formenti della stagione (30 punti per lui) e i 23 punti con 7 rimbalzi di Raspino. Il prossimo impegno vedrà i ragazzi di coach Andreazza ospitare la Bondi Ferrara al PalaBanca, sabato 25 marzo alle 20:30.

DINAMICA GENERALE MANTOVA – UCC ASSIGECO PIACENZA 96-80 (23-29, 27-15, 18-12, 28-24)

Mantova: Daniels 4, Morello ne, Bryan, Gergati 3, Corbett 17, Amici 14, Casella 18, Candussi 10, Timperi, Giacchetti 21, Vencato 9, Rinaldi. All.: Martelossi.

Piacenza: De Nicolao 8, Hasbrouck 8, Zucchi ne, Gaadoudi ne, Dincic 3, Persico ne, Infante 8, Formenti 30, Raspino 23, Costa ne, Borsato. All.: Andreazza.