A2 - Treviso coglie la vittoria in casa degli Stings

 di Redazione Pianetabasket.com  articolo letto 117 volte
A2 - Treviso coglie la vittoria in casa degli Stings

Il primo dei due appuntamenti esterni consecutivi per la De’Longhi va in scena al PalaBam di Mantova, per cercare di tornare al successo dopo la sconfitta subita al Palaverde contro Montegranaro.
I precedenti match contro gli Stings si sono rivelati sempre molto emozionanti: nella passata stagione fu un canestro sulla sirena di Saccaggi a regalare i due punti a TVB, mentre al Palaverde Treviso ebbe la meglio sui bianco rossi dopo due tempi supplementari.
Coach Davide Lamma può contare su una rosa al completo a differenza di Pillastrini costretto a fare a meno di capitan Fantinelli e Michele Antonutti.

La Dinamica schiera in quintetto Vencato, Jones, Brownridge, Candussi, Timperi. Treviso risponde con Imbrò play, Musso, De Zardo, Nikolic e Brown.
L’incontro si apre con una tripla di Brownridge, a cui risponde Musso con 2 tiri liberi realizzati dopo un fallo di Timperi sul tentativo da tre dell’italo-argentino. Treviso prova il primo allungo con i tre tiri liberi di Imbrò e con una schiacciata di Brown dopo un pallone recuperato a metà campo da Musso (4-7).
È un inizio di match equilibrato con la De’Longhi che non riesce a trovare la via del canestro dopo buone costruzioni di gioco e Mantova che si affida alla conclusione da fuori senza però trovare fortuna.
Gucci realizza la prima tripla della serata portando il primo vantaggio degli Stings sul 12-9 a metà del primo quarto. TVB fa salire il livello della difesa e, dopo una stoppata di Bruttini, Negri in contropiede appoggia a canestro i suoi primi due punti.
Musso, miglior marcatore (9 pt), realizza cinque punti consecutivi che portano la De’Longhi sul +4 (12-16) a due minuti dalla conclusione.
Il finale del primo quarto vede Sabatini appoggiare a canestro e Imbrò realizzare entrambi i liberi che fissano il punteggio sul 12-18 in favore dei trevigiani.

Il parziale di 6-0 firmato tutto da Candussi conduce la Dinamica nuovamente avanti (19-18) all’inizio del secondo quarto. Treviso si affida in fase realizzativa a Brown e Smile John risponde presente sfidando spesso Jones sotto canestro e realizzando sei punti in due minuti che portano avanti TVB (21-26).
Pillastrini ridisegna la difesa e gli Stings trovano nuovamente grandi difficoltà in attacco concedendo in transizione a Negri (6pt) e ad Imbrò il nuovo allungo: +9 a 4 minuti dall’intervallo lungo.
Il secondo quarto della Dinamica ha come protagonista la guardia americana Brownridge che realizza 18 punti (4/7 da tre) che tengono a galla la compagine di coach Lamma.
Imbrò e compagni, però, non si scompongono e proprio con il play/guardia siciliano (13 punti) mantengono il vantaggio (29-38) a due minuti dalla pausa.
La prima metà del match (32 a 40) termina con una tripla del solito Brownridge a cui risponde Sabatini dalla media.

La ripresa inizia nel peggiore dei modi per Treviso che subisce un parziale di 7-0 con Brownridge che riprende a timbrare da tre e successivamente appoggia a canestro il suo 25° punto.
TVB è in confusione e l’ennesima palla persa manda Moraschini a schiacciare il -4 che sveglia il PalaBam. Brown prova a scuotere la De’Longhi ma prima Jones e poi Gucci (che realizza da due subendo fallo) portano i biancorossi in vantaggio sul 48-46 a metà del terzo quarto.
Gli Stings sono sicuramente efficaci e fanno soffrire moltissimo Treviso a rimbalzo (10 solo nel terzo quarto) Ora l’inerzia è tutta a favore dei padroni di casa che conducono per 55 a 50.
Gli ospiti non sembrano però voler consegnare la partita in mano a Mantova e prima Imbrò e poi Musso mettono in parità il risultato sul 57 a 57. Sarà poi il gioco da tre punti di Jones a chiudere il terzo quarto con il vantaggio mantovano di 60 a 57.

Matteo Imbrò, è lui il protagonista assoluto del quarto quarto: con tre bombe clamorose per un totale di 9 punti consecutivi porta Treviso sul +8 (60/68) dimostrandosi letale dai 6.75. I lombardi non sono più quelli visti nel terzo quarto con TVB che aumenta moltissimo l’intensità difensiva. Brown sotto canestro strappa qualsiasi rimbalzo (8 totali) e con Sabatini e Negri precisi dalla media i bianco-azzurri volano sul 63 a 74 a tre minuti dal termine. Moraschini piazza una tripla che prova a ridare speranza ai padroni di casa ma Bruttini risponde appoggiando a canestro il +10 (66 a 76) che di fatto chiude il match. La tripla sulla sirena di Gergati non può negare la vittoria ad una Treviso che ha mostrato grande cuore e voglia di vincere. Il finale al PalaBam dice 69 a 76 per i trevigiani.

DINAMICA GENERALE MANTOVA – DE’ LONGHI TREVISO 69-76

DINAMICA GENERALE: Vencato 2 (1/1, 0/2), Brownridge 27 (5/8, 5/10), Timperi 2 (1/2, 0/1), Jones 9 (2/2, 1/3), Candussi 6 (0/1, 2/5); Moraschini 9 (3/6, 1/2), Ferrara 0 (0/2 da 2), Gergati 6 (1/2, 1/5), Cucci 8 (2/3, 1/2). Ne: Albertini. All.: Lamma

DE’ LONGHI: Imbrò 23 (1/2, 5/11), Musso 11 (3/6, 1/3), De Zardo 0 (0/1 da 3), Nikolic 0 (0/1, 0/1), Brown 22 (11/19 da 2); Sabatini 4 (2/3 da 2), Bruttini 6 (2/8 da 2), Rota, Barbante, Negri 10 (3/4, 0/1). Ne: Poser, Fantinelli. All.: Pillastrini

ARBITRI: Cappello, Radaelli, Capurro

NOTE: pq 13-20, sq 32-42, tq 60-57. Tiri liberi: MN 6/9, TV 14/15. Rimbalzi: MN 24+7 (Candussi 7 dif.), TV 26+9 (Brown 7+1). Assist: MN 11 (Gergati 3) TV 19 (Musso 7). Infortunio a Vencato al 18’58” (29-40). Fallo tecnico a Lamma al 28’18” (57-54). Spettatori: 1800.