A2 - Trapani, Ducarello "Dimenticare Siena e concentrarsi sulla Virtus Roma"

 di Redazione Pianetabasket.com  articolo letto 90 volte
A2 - Trapani, Ducarello "Dimenticare Siena e concentrarsi sulla Virtus Roma"

Dopo la rifinitura mattutina al Pala Conad per la prima squadra (ore 10.00), in vista della partita di domani, domenica 22 ottobre contro la Virtus Roma. Gara valida per la 4^ giornata di Serie A2 Old Wild West girone Ovest, si è svolta la conferenza stampa pre-gara della Lighthouse Trapani. E' stata presentata la partita contro la Virtus Roma, valida per la quarta giornata della Serie A2 Old Wild West girone Ovest. Hanno risposto alle domande dei giornalisti presenti l’ala Jesse Perry ed il coach della Pallacanestro Trapani Ugo Ducarello.

Jesse Perry: “Fisicamente sto abbastanza bene, ho fatto una buona preparazione che mi ha permesso di raggiungere un buono stato di forma in poco tempo. La partita contro Roma sarà molto difficile, loro prediligono giocare in velocità ed a ritmi molto alti, anche con i lunghi, ma noi ci siamo preparati bene e siamo pronti ad affrontarli. Sono consapevole di avere un ruolo importante, abbiamo una squadra giovane ed io, che ho un po’ più di esperienza, devo dare l’esempio quotidianamente ed essere il leader della squadra. Rispetto alla passata stagione ci sono molte differenze, a Treviso c’era una squadra costruita per vincere il campionato con tanti giocatori esperti, qui ci sono tanti ragazzi giovani che si affacciano per la prima volta a questo campionato. Trapani è una città che mi piace molto, tutti mi hanno accolto bene, il clima è splendido e c’è il mare; fino ad oggi non ho visitato tanti posti poiché ci siamo allenati moltissimo ma è una cosa che ho in programma di fare”.

Ugo Ducarello: “Sono un po’ preoccupato perché Roma è una buona squadra che ha subito 3 sconfitte; è una formazione che è in crisi di risultati ma non di gioco. L’assenza di Massimo Chessa peserà molto ma questo, necessariamente, responsabilizzerà di più gli altri. Loro sono molto forti negli uno contro uno e sono tutti giocatori molto duttili che possono esprimersi sia fronte a canestro che in post basso. La nostra settimana è stata buona anche se, per colpa dell’influenza, qualcuno ha saltato qualche allenamento. Quando abbiamo cominciato a preparare la partita contro Roma ho cercato di far capire ai ragazzi che era necessario dimenticare Siena e preparare con attenzione la sfida di domani. Rispetto allo stesso periodo della passata stagione sono un po’ più sereno semplicemente perché ho avuto la possibilità di allenare quotidianamente la squadra, l’anno scorso era frustrante arrivare in campo senza 4-5 elementi. La partita di Jefferson contro Siena è stata ottima, sapevamo che fosse un tiratore e finalmente lo ha dimostrato, secondo me può ancora crescere tanto, soprattutto nella gestione di alcuni momenti del match. Roma ha dei lunghi moderni, noi abbiamo dei centri di ruolo e quindi dovremo essere bravi a sopperire con il lavoro di squadra ad eventuali mismatch. La nostra transizione difensiva sarà determinante perché dovremo evitare di lasciar giocare loro tanti possessi. L’approccio che stiamo avendo in difesa, con tutti i limiti che abbiamo avuto, mi sta piacendo perché stiamo cercando di interiorizzare alcuni concetti base e stiamo cercando di aiutarci gli uni con gli altri”.