A2 - Sotto l'albero di Natale la Virtus trova il derby di Roma contro l'Eurobasket

24.12.2017 15:22 di Edoardo Caianiello  articolo letto 675 volte
A2 - Sotto l'albero di Natale la Virtus trova il derby di Roma contro l'Eurobasket

Virtus Roma versione "Babbo Natale", che regala al suo numeroso (e ritrovato nelle facce) pubblico la vittoria nella stracittadina con l'Eurobasket. E la slitta è trainata da Lee Roberts: altra partita ed altro regalo alla causa della Virtus Roma, questa volta con 23 punti, 11 rimbalzi (con 4 assist) e soprattutto 38 di valutazione. Crescita esponenziale da parte dell'americano che è necessario ricordare non si ferma da diverso tempo.

Vittoria dedicata pubblicamente a Gabriele Benetti alle prese con l'ennesimo e sfortunato infortunio e forse un po' anche ad una ritrovata classifica che ora dice quart'ultimo posto e quindi non più playout.

Della gestione di Luca Bechi si iniziano a vedere le costanti: il già citato Roberts e l'uso di un ragionato post basso e soprattutto i break difensivi di Giuliano Maresca ( 9 punti) che si incolla a Deloach nel momento cruciale della partita grazie a quelle che lui stesso chiama "piccole cose" ma che pesano come macigni nella logica dell'incontro.

"Se vi dico che Jacopo in un anno e mezzo non ha mai fiatato, mi dovete credere", parole del capitano di casa Virtus che elogiano Vedovato alla sua migliore partita con i capitolini (9 punti), un'altra in un periodo molto positivo.

LA PARTITA. Se la partita fosse stato un incontro di pugilato, il primo round se lo aggiudica l'Eurobasket: partenza forte dei ragazzi di Turchetto che si portano avanti con il punteggio di 5-11 grazie al canestro di Eugenio Fanti. Piazza è un metronomo e mette in ritmo i compagni, segna Casale ma è lo stesso Piazza a realizzare il canestro del nuovo mini allungo ( 11-15). Bonessio chiude i primi dieci minuti (13-18), con la Virtus che segna un solo canestro dal campo.

Se Sims sale in cattedra, Roberts è magistrale: è un botta e risposta tra i due ragazzi sotto canestro ma la Virtus spreca le occasioni per mettere la testa avanti. Il pareggio arriva con Baldasso (31-31) ma Deloach rimanda indietro l'offensiva dei padroni di casa (34-31). E' un continuo inseguirsi tra le due squadre, che si rispondono colpo su colpo: il primo vantaggio in casa Virtus è siglato da Giuliano Maresca ed il primo tempo si chiude 42-41.

Al rientro dagli spogliatoi la Virtus ha tutta un'altra faccia: allungo di carattere che con Thomas tocca le dieci lunghezze di vantaggio (58-48). Deloach non ci sta ed è 63-58 e Brkic arriva ad un passo dal pareggio (66-63), Roberts dopo trenta minuti segna il 68-63.

Nel quarto periodo Roma spinge ancora una volta il piede sull'acceleratore con il duo Maresca-Vedovato. L'Eurobasket prova a rimanere aggrappato all'incontro con i canestri dalla lunga distanza di Brkic ma Landi chiude le ostilità con la tripla (88-74), finisce 88-79.

VIRTUS ROMA - EUROBASKET ROMA 88-79

VIRTUS ROMA: Basile , Maresca 9, Chessa 8, Donadoni n.e., Baldasso 9, Lucarelli n.e., Landi 16, Vedovato 9, Roberts 23, Thomas 14, Rubinetti n.e. Coach: Bechi

Deloach 18, Santini n.e., Casale 2, Fanti 9, Poletti , Frassineti n.e., Galli n.e., Sims 18, Bonessio 8, Piazza 11, Brkic 13 Coach: Turchetto