A2 - Pasta Cellino, Paolini "Tortona cliente molto difficile"

 di Redazione Pianetabasket.com  articolo letto 108 volte
A2 - Pasta Cellino, Paolini "Tortona cliente molto difficile"

Ultima partita del 2017 per la Pasta Cellino che affronterà domani alle ore 20.30 al PalaPirastu una Bertram Tortona in grande forma. I piemontesi stanno infatti attraversando una striscia positiva di tre vittorie consecutive, di cui due in trasferta, a Biella e Latina, e una in casa, domenica scorsa, per 94 a 90 contro la Givova Scafati. La Derthona Basket si trova dunque al quarto posto in classifica con 16 punti e due lunghezze di vantaggio sui rosso-blu ed ha già conquistato ben quattro successi lontano dalle mura amiche del PalaOltrepò.

Gli avversari - La Bertram, reduce probabilmente dalla miglior stagione della sua storia chiusa ai quarti di finale playoff contro Trieste dopo il secondo posto in regular season, ha modificato in maniera rilevante il suo roster in estate affidandosi a uno dei migliori giovani allenatori della nazione come Lorenzo Pansa, l’anno scorso alla guida della PMS Moncalieri.

Tortona conta su un quintetto di alto livello che si assume gran parte delle responsabilità offensive della squadra. Play titolare è il triestino Marco Spanghero, visto in Serie A a Trento e a Brindisi, che fornisce un contributo importante alla sua formazione con 12,2 punti di media a match con un ottimo 41% dall’arco. Al suo fianco giocano il tiratore statunitense Melvin Johnson, l’anno scorso protagonista prima a Varese e poi a Forli, che è il capocannoniere dei piemontesi con ben 18,8 punti di media a partita con un altrettanto significativo 42% da tre, e il toscano Francesco Stefanelli, ingaggiato in estate dalla Serie B di San Miniato, che è stato protagonista di una buona prestazione contro Scafati chiusa con 7 punti e 8 rimbalzi.

Sotto le plance coach Pansa schiera il lituano Paulius Sorokas, reduce da un ottimo biennio a Treviglio e in forza precedentemente anche alla Pallacanestro Piacentina, che si sta confermando attaccante davvero pericoloso con 13,5 punti e 9,3 rimbalzi di media a sfida, e l’espertissimo centro, Argento Olimpico ad Atene 2004, Luca Garri, che alla sua seconda stagione in bianco-nero, dopo una lunga carriera in Serie A, sta facendo registrare 12,8 punti e 4,8 rimbalzi di media a gara.

La Bertram dispone di una panchina interessante e ricca di giovani futuribili. Play di riserva è il riminese, classe 1998, Davide Meluzzi, al suo esordio in Serie A2. Le rotazioni degli esterni sono garantite dal varesino Lorenzo Gergati, arrivato a Tortona a fine novembre dopo aver iniziato il campionato a Mantova, mentre il prospetto montenegrino, di formazione italiana, Todor Radonjic, cresciuto alla Stella Azzurra Roma, giostra nei due ruoli di ala e si rende prezioso con 4,5 punti di media a partita e il 45% da tre.

Sostuiscono i lunghi il centro toscano, l’anno scorso alla Pallacanestro Cantù, Francesco Quaglia, utile con 3,5 punti di media a gara, e la giovane ala montenegrina, formata nel vivaio di Pistoia, Milos Divac.

LA SITUAZIONE DELLA PASTA CELLINO -  Per la Pasta Cellino è in dubbio l’utilizzo per la gara di domani del lungo Ferdinando Matrone, fermo per una virus influenzale.

LE DICHIARAZIONI DI COACH PAOLINI - Ci aspetta sicuramente una partita difficile perchè Tortona è una squadra di grande personalità, costruita con giocatori esperti come Garri, Spanghero, Gergati, che sono un po’ la chiave del roster della Bertram insieme ai due stranieri. Non a caso i piemontesi hanno vinto su campi ostici come quelli di Biella o Latina. Dalla mia formazione invece per il prossimo anno voglio maggiore continuità. Il nostro obiettivo deve essere assestarci nel rendimento per quattro gare consecutive, cosa che fino ad ora non abbiamo mai fatto.