A2 - Legnano Knights alla supersfida contro Biella

 di Redazione Pianetabasket.com  articolo letto 110 volte
A2 - Legnano Knights alla supersfida contro Biella

Dopo la sconfitta di Cagliari, la FCL riparte dalla gara contro Biella, una delle favorite d'obbligo per la vittoria finale del girone e del campionato.
Curiosamente, sia i Knights sia la squadra di Michele Carrea, sono state vittime di Cagliari in questo inizio stagione, dove entrambe hanno un record di 2 vittorie e 1 sconfitta.

La squadra piemontese ha confermato per il terzo anno consecutivo, Jazzmarr Ferguson, guardia di grande esplosività, completa per fondamentali e con grande leadership.
Dopo aver frequentato la Moore Traditional High School, si è iscritto alla Indiana University Southeast nel circuito sportivo intercollegiale NAIA. Con i “Grenadiers” ha totalizzato nel suo anno da senior 24,4 punti a partita, tirando con il 57,3% da 2 e il 39,1% da 3 punti, con 4,9 assist a partita. Jazzmarr guida anche la graduatoria all-time per punti segnati della IU Southeast con 2042 (primo giocatore nella storia del college ad andare oltre i 2000 punti). Nel 2011 le sue prestazioni gli sono valse la chiamata nel NAIA All-American first team.
L'inizio della carriera professionistica fu in Canada, ma ben presto, Ferguson si è legato all'Italia, militando a Forlì, Cremona e poi infine Biella, con una piccola parentesi a Mantova durante i playoff 2016.

Tra le riconferme italiane, invece, Amedeo Tessitori, lungo cresciuto nel settore giovanile della Virtus Siena, in Toscana ha conquistato nel 2011 la Coppa Italia LNP, aggiudicandosi il prestigioso riconoscimento di MVP della competizione. L'anno successivo, alla sua prima stagione nel campionato DNA, ha chiuso con una media di 13.5 punti a match e 7.6 rimbalzi.
Nell’estate 2012 è arrivato l'esordio con la Nazionale Under 20 in Slovenia, ai campionati europei, bissato nelle fila della Selezione Under 18 all'Europeo in Lituania, dove ha saputo mettersi in mostra ottenendo 15.8 punti di media a incontro. Numeri e prestazioni che non sono passati inosservati in molte grandi piazze della Penisola, tra cui a Sassari, dove pochi mesi dopo Tessitori ha firmato il suo primo contratto da professionista. La stagione 2012/2013 però Tessitori l'ha vissuta in Legadue in prestito, da giocatore della Fulgor Libertas Forlì; mentre il primo assaggio di Serie A è arrivato l'anno successivo, alla Dinamo Sassari, coinciso con l'esordio in Eurocup e il primo posto alle Final Eight di Coppa Italia. Durante le battute conclusive della stagione, però, il lungo toscano ha dovuto fare i conti con un fastidioso infortunio alla mano che l'ha tenuto a lungo lontano dal parquet. A fine 2014 è arrivato quindi il trasferimento alla Juve Caserta e nello stesso anno un nuovo importante traguardo in carriera: il debutto con la maglia della Nazionale maggiore ad Ancora, in occasione dell'All Star Game.
Il 29 giugno 2015 si è trasferito alla Pallacanestro Cantù e ha concluso la stagione 2015/2016 con 24 presenze complessive, prima di firmare con Biella dove oggi segna 15 punti a partita con 9 rimbalzi di media.

Con lui ancora in maglia rosso-blu, Luca Pollone, molto migliorato dallo scorso anno e a segno con 4.5 punti di media 3 .5 rimbalzi nelle prime tre gare del campionato, e Carl Anton Delroy Wheatle che però non ha ancora esordito in stagione.

Dopo gli anni di "gavetta" delle giovanili, si sta ritagliando un buon minutaggio anche Luca Rattalino, nato a Savigliano il 6 marzo 1997, ha militato nelle giovanili del Basket Fossano, prima di trasferirsi a Cuneo e a Casale Monferrato.
Nel settore giovanile della Junior ha disputato tre stagioni sportive. A Biella dall'estate 2015/2016, è oggi protagonista con la maglia della prima squadra.

Altro prodotto delle giovanili biellesi, rientrato proprio in questa stagione è Lorenzo Uglietti. Nato a Torino nel 1994, muove i primi passi sul parquet nelle fila del Piossasco, poi, dopo tre stagioni, dal 2011 all'ombra del Mucrone, quale importante innesto dell'Under 19 rossoblù. Nella stagione 2012/2013 vive l'esperienza della Serie A in maglia Angelico mandando a referto 26 minuti di gioco e 4 punti. Per lui si tratta quindi, oggi, di un ritorno a casa. Nell'estate del 2013 si trasferisce a Latina, in DNB, fortemente voluto da coach Luigi Garelli. Le sue prestazioni in campo lasciano il segno e convincono fin da subito la dirigenza laziale a confermarlo la stagione successiva, che Latina disputa da ripescata nel campionato di A2 Silver. Resta in neroblu per altre due stagioni, conquistandosi l'affetto della tifoseria e, nell'ultima annata, la fascia di capitano.

Importante giocatore vicino a canestro invece è. Giorgio Sgobba. Sgobba si avvicina alla palla a spicchi nel vivaio della Mens Sana Siena e con la canotta biancoverde, nel 2005, conquista il titolo di campione nazionale Under 14. Nel 2010 muove i primi passi in DNA, a Fabriano, ricevendo nella stagione successiva la convocazione in maglia azzurra nell’Under 20 guidata da coach Pino Sacripanti. Dodici mesi dopo è protagonista a Mirandola e poi, nel 2012/2013, si trasferisce in Lega Silver alla Pallacanestro Lucca. Al ritorno in Toscana disputa 16 partite e, l’anno seguente a Mantecatini in DNB. Nel 2014 veste i colori della Virtus Cassino, nel girone C della Serie B, poi firma per il Monsummano Terme, club con cui si consacra tra i migliori giovani della categoria, collezionando in media 19.3 punti, tirando con il 62% da due, il 31% dall’arco. Per Sgobba è la migliore stagione in carriera; arriva così la convocazione al Citroën All Star Game 2016 e una chiamata dalla Serie A, la scorsa estate, proveniente da Brindisi, prima di approdare a Biella per giocare nello spot di 4 e 5.

Veterano della serie A2, è Albano Chiarastella, ala del 1985 per 6 stagioni bandiera e capitano della Fortitudo Agrigento.
Italo-argentino, originario di Bahia Bianca, la stessa città di Ginobili, nel 2005, all’età di 20 anni, raggiunge l’Italia, Salerno, e muove i primi passi sui parquet della Penisola in Serie C2. L’anno dopo è protagonista a Bernalda, campionato di B2, e successivamente a Potenza, fino all’estate del 2009, raggiungendo la Serie A dilettanti. L’anno successivo, in Serie B dilettanti, indossa la canotta del Cisa Massafra; tornato a Potenza nel 2010, l’estate seguente viene ingaggiato dalla Fortitudo Agrigento, in DNB. Con i siciliani inizia un percorso che durerà sei stagioni, anno dopo anno scala le categorie fino alla Serie A2, sfiorando, nel giugno 2015, la promozione nel massimo campionato, sfumata solo in Gara 5 contro Torino.

In ultimo, ma non per importanza, il secondo americano di Biella, Timothy Jermaine Bowers, guardia di 188 centimetri in uscita dall'Aurora Basket Jesi. 
Nato a Wis, Milwaukee, il 9 gennaio 1982, Bowers si è laureato nel 2004 alla Mississippi State University. Nell'estate del 2009 arriva in Italia, a Caserta, dove prende confidenza con la serie A. Con Juve targata Pepsi ha realizzato al suo primo anno, 11.8 punti, 3.6 rimbalzi e 3.0 assist di media a partita approdando a gara 5 delle semifinali scudetto. Nella stagione successiva ha segnato 10 punti di media sia in campionato sia nelle 14 sfide di Eurocup.
Nel 2011 cambia canotta e si trasferisce a Venezia, alla Reyer, neopromossa in serie A, poi si apre la parentesi Torino. Nel 2015/2016, dopo un'incursione in Grecia, torna nel Bel Paese, in A2, prima a Ferentino e poi, lo scorso anno, all'Aurora Basket Jesi, presentandosi a Biella come il quinto miglior marcatore del girone Est e il secondo miglior assistman.

In rotazione dalla panchina Gianluca Della Rosa, Andrea Ambrosetti, Matteo Pollone e Andrea Danna

SITUAZIONE KNIGHTS
Settimana tipo per i Knights che, al momento, non avranno defezioni