A2 - La tripla di Mancinelli beffa Imola sulla sirena finale

 di Redazione Pianetabasket.com  articolo letto 233 volte
A2 - La tripla di Mancinelli beffa Imola sulla sirena finale

Davanti a 3010 persone in un Derby emozionantissimo e davvero tirato tra Imola e Fortitudo se lo aggiudica la Fortitudo Bologna, beffando Imola sulla sirena per 75-76.

Novità in quintetto per i biancorossi che partono con Penna in regia, Gasparin, Alviti, Wilson e Maggioli, classico invece quello schierato da Boniciolli McCay , Amici, Pini, Mancinelli e Legion.

Inizio di quarto tiratissimo tra le due formazioni: se la bolognese si affida a capitan Mancinelli e McCay, Imola è Maggioli-Wilson dipendente 11-9 al 5’. Bologna non vuol lasciare il minimo respiro ai biancorossi e con una bomba di Legion e una schiacciata di Pini si porta a +3, 11-14 al 7’. A recuperare il divario ci pensano subito Alviti e Penna: 15-14 al 8’. Canestro a canestro, agguerritissimo l’avvio di match, se da una parta Imola segna dall’altra bologna non rimane indietro 19-19 al 9’. Penna in lunetta 1su2 e la prima frazione di gioco termina sul 20-19 per i padroni di casa.

Sono i due capitani che aprono a tutto gas la seconda frazione di gioco Prato con una bomba da casa sua, mentre sul lato bolognese Mancinelli tiene la Fortitudo aggrappa ad Imola, 23-23 al 13’.

Imola prova a mettere la testa avanti trascinata da capitan Prato ma due disattenzioni in attacco di Imola, che la portano a perder palla, vede la Fortitudo volare sul +4: 26-30 al 15’. La buona difesa imolese non basta sotto gli attacchi di Cinciarini e Legion che portano i biancoblu sul 32-40, costringendo Coach Cavina a chiamare timeout.

Imola ci prova con Bell ma il solito Cinciarini non sbaglia e le due squadre tornano negli spogliatoi sul 37-44 a favore di Bologna.
Ritorno sul parquet che sembra essere in salita per i ragazzi di Coach Cavina con la Fortitudo che dalla lunga distanza con Legion non sbaglia, ma l’ottima difesa di Imola e la bomba di Gasparin tengono Imola aggrappata alla Effe Scudata, 44-48 al 24’.
Bologna aiutata dai tiri dalla lunetta rimane in vantaggio a +11, 44-55 al 25’.

Qualche distrazione di troppo dei biancorossi, seguita da qualche chiamata arbitrale dubbia, permettono agli ospiti di dilagare e portarsi sul 49-61 al 29’.

Il +14 di Bologna lo firma Cinciarini dalla lunetta dopo che è stato chiamato il quinto fallo a Capitan Prato a 50” dalla fine della terza frazione di gioco.

Wilson in lunetta, 1 su 2, Alviti prende rimbalzo canestro più fallo, guadagnandosi un libero che segna: 56-66. Recupero dello stesso Alviti in difesa e canestro di Penna sulla sirena: 58-66 sul tabellone allo scadere di terzo quarto.
Imola spinge in attacco con l’asse Usa seguito da Gasparin ed è 64-70 al 35’.
Se da una parte Mancinelli prova a tenere a distanza Imola, Wilson con una canestro da sotto tiene i suoi stretti alla Effe: 66-72 al 36’.
Wilson canestro da sotto, Bell recupera palla e Alviti guadagna fallo e fa 2su2: 70-72 a 2’ dalla fine. Fallo di Amici in attacco, Maggioli in lunetta 2su2: 72-72.
Finale da cardiopalmo: fallo chiamato a Wilson e dalla lunetta Mancinelli fa 1su 2: 72-73.
Imola attacca Bell subisce fallo e dalla lunetta fa 2su2: 74-73 ad 1’ dalla fine.

Fortitudo attacca ma Penna recupera palla e subisce fallo antisportivo, Imola in bonus Penna in lunetta ma prima timeout Boniciolli.  1su2 al ritorno sul parquet di Penna dalla lunetta 75-73. La storia si ripete, Mancinelli con una tripla da casa sua beffa Imola 75-76 il finale di partita.

Andrea Costa Imola Basket – Fortitudo Bologna 75-76 ( 20-19; 37-44; 58-66)
IMOLA: Bell 19, Alviti 11, Maggioli 8, Wiltshire ,ne Cai ne, Wilson 13, Gasparin 8, Prato 8, Rossi, Penna 8, Simioni.

BOLOGNA: Boniciolli ne, Cinciarini 20, Mancinelli 15, Pederzoli ne, Legion 16, Montanari ne, Gandini, Amici 7, Pini 7, Italiano 2, McCamey 9, Bryan.