A2 - La Givova Scafati contro la Leonis Roma cerca il poker di vittorie

Una lanciatissima Givova Scafati vuole battere la squadra romana per cercare di avvicinare Casale e Biella che ormai solo ad un tiro di schioppo.
 di Carmine Sorrentino  articolo letto 644 volte
Marco 'Maciste' Santiangeli
Marco 'Maciste' Santiangeli

Domenica sera ancora romani al pala Mangano: arriva la Leonis Group Roma di Andrea Turchetto che vuole vincere per tirarsi fuori dalla pericolosa zona playout e per cancellare la sconfitta ( 64 a 67) subita all'andata .

Da quella gara la fisionomia dei romani è cambiata tantissimo, a cominciare dal condottiero. Non c'è più Davide Bonora e al suo posto c'è il giovane rampante Andrea Turchetto; poi è arrivato Luca Cesana da Treviglio, subito dopo c'è stato lo scambio tra Poletti e Pierich mentre, la settimana scorsa è arrivato da Ferrara, il play-guardia Marco Venuto.

Almeno sulla carta, la squadra si è sicuramente rinforzata ed è intenzionata a fare lo sgambetto ai gialloblè di Perdichizzi. Il problema è che la Givova Scafati non ha nessuna intenzione di prestare il fianco perchè vuole continuare la sua corsa verso le prime due piazze del girone.

Gli scafatesi, dopo la sconfitta del 7 gennaio a Casale Monferrato, hanno inanellato 3 vittorie consecutive ( Rieti, Cagliari e Virtus Roma) portandosi a soli 2 punti dalla seconda piazza e a 4 dalla capolista Casale. La Leonis, domenica scorsa hanno battuto, al pala Tiziano, Tortona di coach Pansa e mantiene così il passo di Treviglio che la appaia, al terzultimo posto, con 14 punti.

Eppure, ad inizio campionato, i romani erano tra i favoriti per un posto nei playoff e oggi si ritrovano a combattere per non retrocedere in B. Sembra di leggere lo stesso copione che vide come protagonista Scafati lo scorso anno.

I romani sono comunque la quarta difesa del girone ( 74,6 punti subiti a gara) il loro problema è l'attacco ( 75,3 punti segnati) . Piazza, forse l'ultimo vero play di questa A2, doveva innescare le bocche da fuoco romane che, spesso e volentieri, si sono ritrovate con le polveri bagnate ed il risultato di tutto ciò, lo fotografa la classifica.

Scafati va nettamente meglio: segna 79,4 punti a gara e ne subisce 74,4 ( terza difesa del girone). Le due squadre hanno entrambe due soli giocatori in doppia cifra. Per Scafati ci sono Lawrence ( 19,4) e Sherrod ( 15,7 ) mentre per Roma ci sono Sims e Deloach con 17 punti ciascuno.

I padroni di casa della Givova sono anche secondi nel computo dei rimbalzi catturati e vantano tra le loro fila, il primatista di questa classifica, Brandon Sherrod (10,4 a gara). Proprio questo è il punto debole dei romani nonostante abbiano tra le loro fila gente come Brkic, Sims, Bonessio e Pierich.

Il pronostico avvantaggia senza dubbio Scafati ma, come tutti sanno, la dea Fortuna, ha gli occhi bendati pertanto non ci resta che leggere le dichiarazioni dei protagonisti in campo per farci un'idea più precisa su questa gara.

Il primo a parlare è l’assistente allenatore della Givova, Alessandro Marzullo: < Vogliamo allungare la nostra striscia di risultati utili consecutivi, ma sappiamo che domenica sera al PalaMangano incontreremo una squadra forte, con un organico ampio e competitivo, reduce da una serie di buoni risultati. Il successo dipenderà solo da noi stessi, dovremo sfruttare il turno casalingo ed imporre tutta la nostra energia. Rispetto alla gara di andata, il team romano ha cambiato guida tecnica ed ha inserito in organico giocatori importanti del calibro di Pierich, Cesana e Venuto. Dispongono di un roster molto ampio, composto da dieci giocatori intercambiabili, contro cui dovremo mettere in mostra tutta la nostra aggressività difensiva, molto ritmo in attacco e tutta la fisicità che finora ci ha contraddistinto >.

Queste invece le parole dell'allenatore dei romani, Andrea Turchetto : < Ci aspetta una squadra tosta, che fa dell’aggressività e della stazza difensiva il suo marchio di fabbrica, Scafati ha fattore campo importante, infatti ha perso solo una partita, per cui dovremo essere prima di tutto bravi a resistere al loro urto difensivo, nel cercare di aggredirti e tenere lontano da canestro. Dall’altra parte dovremo provare a far leva sulla nostra stazza più leggera, per tenere il ritmo un po’ più alto e giocare in campo aperto e transizione, gli aspetti che ci stanno venendo meglio >.

Ex : lo scafatese Gabriele Romeo ha giocato a Roma fino alla stagione 2015 / 2016.

Media ed iniziative – La partita sarà trasmessa, oltre che in diretta video streaming dal sito internet della Lega Nazionale Pallacanestro (tramite il servizio “LNP TV Pass”), anche in diretta radiofonica sui 92,50 Mhz di Radio Sant’Anna (media partner della Givova Scafati) e in streaming da Radio Paradiso sul sito internet www.radioparadiso.it.

Inoltre, sarà possibile assistere al video della gara in differita su TV Oggi ( canale 71 del digitale terrestre) nei giorni di lunedì ( ore 15:00) e martedì (ore 21:00) .

Arbitri: Alessandro Costa di Livorno, Giampaolo Marota di San Benedetto del Tronto (AP), Christian Mottola di Taranto.

Le formazioni in campo:

GIVOVA SCAFATI BASKET: Lawrence, Crow, Trapani, Spizzichini, Romeo, Melillo, Ranuzzi, Ammannato, Pipitone, Sherrod, Santiangeli. All. Giovanni Perdichizzi

LEONIS GROUP ROMA: Deloach, Santini, Casale, Fanti, Cesana, Torresani, Sims, Bonessio, Piazza, Venuto, Brkic, Pieric. All. Andrea Turchetto.