A2 - L'ex Assigeco Hasbrough porta la vittoria all'Aurora Jesi

 di Redazione Pianetabasket.com  articolo letto 112 volte
A2 - L'ex Assigeco Hasbrough porta la vittoria all'Aurora Jesi

Cronaca di una partita in casa dell'Aurora Jesi per l'Assigeco Piacenza che torna a casa a mani vuote: Inizio di partita lanciatissimo per i ragazzi di coach Zanchi che infilano subito un parziale di 10-0 sfruttando anche le mani freddissime dei padroni di casa, incapaci di andare a segno fino al 5° minuto di gioco.

Due canestri da sotto di Oxilia e Arledge portano Piacenza al primo vantaggio in doppia cifra (4-14 al 6’). E’ il grande ex Kenny Hasbrouck, con due triple consecutive, a riportare sotto Jesi (14-17 al 9’). Piacenza resiste e chiude il primo quarto avanti: 18-19.

All’inizio della seconda frazione un clamoroso blackout dell’impianto di illuminazione constringe gli arbitri alla sospensione della partita per parecchi minuti, quando si era sul punteggio di 24-19 per Jesi. Ripristinata l’illuminazione dell’impianto jesino, l’Assigeco si riporta subito a -1 (24-23) con due canestri consecutivi di Arledge (11 punti). A questo punto ci pensa la coppia americana di Jesi, Brown-Hasbrouck (27 punti in due), a guidare la Termoforgia fino al +8 dell’intervallo lungo (38-30).

Ancora un canestro in penetrazione di Brown porta Jesi al vantaggio in doppia cifra: 45-34 dopo due minuti dall’inizio del terzo quarto. Reati (13 punti) e Infante provano a dare la scossa e Piacenza si ritrova improvvisamente a -4 (55-51 al 28’). La difesa biancorossoblu continua a mordere regalando ai ragazzi di coach Zanchi il -2 alla fine del terzo quarto: 58-56.

E’ partita vera anche nell’ultima frazione con Reati e Formenti che scaldano la mano da tre punti mentre dall’altra parte ancora Brown e Hasbrouck, sempre da tre punti, guidano Jesi a +7 (69-62 al 33’), costringendo coach Zanchi a chiamare timeout. La vena realizzativa di Jesi non accenna a spegnersi con i padroni di casa che volano sul 74-62.

Piacenza continua a lottare su ogni possesso e, grazie soprattutto al tiro da tre punti, riesce a riaprire nuovamente la partita, riportandosi a -2 a 25” dalla sirena finale. Jesi pasticcia su una rimessa laterale e Arledge capitalizza al meglio schiacciando il 79 pari in contropiede. Col punteggio in perfetta parità è Kenny Hasbrouck a consumare la più classica delle vendette dell’ex realizzando il canestro della vittoria per i padroni di casa a 1” dalla sirena finale.

Momento chiave: il parziale di 16-6 a metà dell’ultima frazione che ha costretto l’Assigeco ad una estenuante, quanto incredibile, rimonta, ma che alla lunga si è rivelato decisivo.

Protagonisti biancorossoblu: Davide Reati è stato il miglior marcatore biancorossoblu con 19 punti (5/8 da tre punti) a cui ha aggiunto anche 7 rimbalzi e 3 assist. Doppia cifra anche per Sanguinetti (17p), Arledge (13p) e Guyton (11p).

Curiosità statistiche: Jesi si aggiudica la sfida a rimbalzo (37-32) e con migliori percentuali da due punti (55% contro il 49% di Piacenza). L’Assigeco ha tirato meglio da tre punti (39% contro il 35% di Jesi), percentuale che gli ha permesso di tornare in partita nel momento di maggiore difficoltà. Prossimo avversario: Bergamo Basket 2014, il 29 ottobre, alle ore 18, al PalaBanca di Piacenza.

 

TERMOFORGIA JESI – ASSIGECO PIACENZA 81-79

(18-19, 20-11, 20-26, 20-26, 23-23)

Jesi: Ihedioha 7, Brown 22, Hasbrouck 21, Quarisa 13, Marini 15, Massone, Melderis ne, Valentini ne, Rinaldi ne, Piccoli 3, Mentonelli ne, Kouyate ne. All.: Cagnazzo.

Piacenza: Guyton 11, Oxilia 5, Arledge 13, Reati 19, Sanguinetti 17, Fontecchio ne, Formenti 6, Diouf ne, Seye ne, Dincic ne, Montanari ne, Infante 8. All.: Zanchi.