A2 - Con Rieti si chiude il 2017, la Leonis prova a ripartire, Turchetto: “Decisiva l'energia che metteremo”

28.12.2017 15:57 di Redazione Pianetabasket.com  articolo letto 144 volte
A2 - Con Rieti si chiude il 2017, la Leonis prova a ripartire, Turchetto: “Decisiva l'energia che metteremo”

Ultima sfida ufficiale del 2017 per la Leonis Eurobasket, che chiude il suo anno solare ricevendo domani – palla a due ore 20.30 – la visita della NPC Rieti. I sabini, rilanciati dagli ultimi tre successi consecutivi, le trasferte di Napoli e Siena cui ha fatto seguito la  convincente prestazione casalinga contro Cagliari, si sono issati fino a quota 12 punti in classifica, quattro in più della squadra allenata da Andrea Turchetto. Il tecnico veneto, però, potrà contare, per la prima volta in stagione, sul contributo di Simone Pierich e Luca Cesana, arrivati alla ripresa degli allenamenti e pronti a debuttare (#55 e #7 i numeri di maglia scelti) già a partire da domani.

Proprio su questi aspetti si è concentrata l'analisi prepartita dell'ex allenatore di Ferrara: La settimana corta che ci ha portato alla sfida con Rieti ci ha visti molto concentrati su noi stessi, per introdurre al meglio due nuovi giocatori, che di sicuro avranno un ruolo importante nella squadra in termini di responsabilità e minutaggi, dandoci entrambi, sia Pierich che Cesana, una versatilità diversa e la possibilità di usare quintetti differenti: con Sims e Brkic insieme, alternando Pierich e Bonessio da 4, con tre piccoli con buone qualità di palleggio o Bonessio stesso da 3 per avere una solidità e un contributo diversi. Dovremo capire rapidamente come poter bilanciare i quintetti e giostrare rotazioni, cercando di mettere nelle condizioni ideali i due nuovi arrivati, pronti per affrontare la sfida con Rieti, che per noi è fondamentale. La NPC è una squadra in estrema fiducia e reduce da tre vittorie, ha vinto a Napoli e Siena e con Cagliari bene in casa, con una struttura molto atipica, un quintetto fisico e due USA di grande energia. Olasewere non ti dà punti di riferimento, può giocare 1 vs 1 e spalle a canestro, per cui è un giocatore difficile da marcare, ma più in generale sarà decisivo l'impatto in termini di energia che avremo, a prescindere dalle scelte tattiche con cui decideremo di portare avanti la partita, a maggior ragione avendo due giocatori nuovi, per cui i nostri meccanismi potrebbero incappare in qualche problema di conoscenza reciproca”.

 

Rispetto al 73-81 con cui lo scorso anno la squadra allora guidata da Luciano Nunzi espugnò il PalaTiziano l'unico reduce in maglia amarantoceleste è Juan Marco Casini, in un reparto esterni nuovamente caratterizzato dalla grande fisicità, mentre il posto di Deshawn Sims, passato in Estate nella Capitale, è stato preso prima da Chris Davenport, poi, con ben altro impatto, da Jamal Olasewere: con 20 punti di media e 50 liberi tentati nelle sei gare disputate con Rieti, il nazionale di passaporto nigeriano ha cambiato faccia alla NPC, dandole anche più personalità e dimensione interna.                                     

Altri aspetti su cui la Leonis dovrà fare molta attenzione, ma potendo fare affidamento sulle rinnovate motivazioni del nuovo corso intrapreso a cavallo delle vacanze natalizie.

Palla a due alle ore 20.30 al PalaTiziano con diretta su LNP Tv, agli ordini dei signori Cappello di Porto Empedocle, Gagno di Spresiano (Tv) e Marton di Conegliano (Tv).