A2 - Assigeco Piacenza corsara in casa del Roseto Sharks

 di Redazione Pianetabasket.com  articolo letto 82 volte
A2 - Assigeco Piacenza corsara in casa del Roseto Sharks

L’Assigeco Piacenza torna a casa con due punti preziosissimi in saccoccia. Due punti arrivati dopo una partita condotta dall’inizio alla fine e che danno ossigeno ad una classifica che iniziava a farsi preoccupante. Una vittoria che assume significati ancora più importanti perché arrivata nonostante le assenze di Formenti e Costa e con un Fontecchio, rientrante dall’infortunio, ancora a mezzo servizio.

La cronaca: Al PalaMaggetti di Roseto degli Abruzzi si affrontano due squadre in crisi di risultati: da una parte l’Assigeco Piacenza reduce da 4 sconfitte nelle ultime 5 partite, dall’altra i padroni di casa degli Sharks, ad oggi, incapaci di centrare i primi due punti stagionali e fanalino di coda del Girone Est di Serie A2 Old Wild West.

Inizio deciso da parte dell’Assigeco Piacenza con capitan Infante a guidare i biancorossoblu sul 2-7 dopo i primi 4 minuti di gioco. Roseto fatica tremendamente a trovare il canestro, Guyton & co ne approfittano allungando sul 4-14.

I biancorossoblu sono padroni assoluti della prima frazione. La tripla sulla sirena di Arledge (9 punti per lui) fissa il risultato sul 14-25 dopo i primi 10’.

Francesco Infante (18 punti) fa di tutto per tenere a contatto gli Sharks ma Piacenza mantiene saldamente il controllo anche nel secondo quarto sospinta dai canestri di Arledge (12 punti), Guyton   e Reati (8 punti a testa). All’intervallo lungo i ragazzi di coach Zanchi sono ancora avanti 36-47.

Piacenza continua a macinare gioco anche al rientro dagli spogliatoi. Arledge mette in mostra tutto il suo atletismo, incontenibile per la difesa rosetana. E’ anche grazie agli 8 punti nel quarto dell’ala americana che l’Assigeco arriva a toccare anche il +17 (44-61).

Contento e F.Infante (20 punti) provano a ricucire lo strappo per gli Sharks senza però mai riuscire a ridurre lo svantaggio al di sotto della doppia cifra.

L’ultimo quarto rappresenta semplice amministrazione per l’Assigeco che arriva a toccare anche il +20 (66-86) nei minuti finali. Finisce 72-86 per Piacenza.

Momento chiave: la partenza lanciata dei biancorossi nel primo quarto (14-25) ha tracciato la strada per questa seconda vittoria stagionale.

Protagonisti biancorossoblu: Jon Arledge è il migior marcatore dell’Assigeco a quota 20 punti (anche 9 rimbalzi per lui) ben coadiuvato da Carlton Guyton (18 punti). Doppia cifra anche per Reati (14 punti con 4/8 da tre e 8 rimbalzi), Infante (11 punti), Sanguinetti (12 punti).

Curiosità statistiche: Piacenza ha tirato con il 55% complessivo dal campo (10/21 da tre punti) concedendo poco più del 40% agli avversari. Dato particolare quello dei rimbalzi dove i rosetani hanno vinto la sfida catturandone 37 contro i 30 dei biancorossoblu. Prossimo avversario: Dinamica Generale Mantova, il 12 novembre, alle ore 18 al PalaBanca di Piacenza.

ROSETO SHARKS – ASSIGECO PIACENZA 72-88  (14-25, 22-22, 15-17, 21-24)

Roseto: Casagrande 9, Combs 7, Zampini 12, Contento 13, Lupusor 7, Infante 23, Palmucci ne, Lusvarghi, Di Bonaventura 1, Alessandrini ne, D’Eustachio. All.: Di Paloantonio.

Piacenza: Sanguinetti 12, Arledge 20, Oxilia 7, Reati 14, Guyton 18, Diouf ne, Infante 11, Costa ne, Seye ne, Dincic ne, Oriti ne, Fontecchio 6. All.: Zanchi.